Juventus, avanti per Pau Torres. A una condizione

Delle volontà di Allegri prima di partire per le vacanze, nei discorsi con la dirigenza, ne possiamo citare tre. Una: confermare Rabiot. Non sarà facile e non è detto che la risposta arrivi in fretta, ma la Juventus ha lanciato l’amo, seguendo appunto le direttive dell’allenatore: il francese è nodale nel sistema bianconero, però il contratto è in scadenza e di granelli nella clessidra ne sono rimasti pochi. Siccome la percentuale di permanenza di Rabiot non è particolarmente alta, gli uomini mercato Calvo e Manna hanno già incontrato il Sassuolo per portare avanti l’operazione Frattesi: la prossima settimana sono previsti nuovi contatti tra le parti per il centrocampista, che al bianconero direbbe sì pure senza Coppa.

Juve, l’esterno destro e… Pau Torres

Seconda volontà di Allegri: un giocatore di fascia sulla destra con specifiche caratteristiche, un Cuadrado più giovane, in attesa che l’originale sottoscriva il rinnovo. In questo settore le idee sono meno chiare e i profili vagliati sono tanti. Terzo desiderio: un centrale di piede mancino. Nella stagione da poco terminata a zero titoli, in quel ruolo si è disimpegnato Alex Sandro, con risultati alterni. Così discontinue le prestazioni del brasiliano da orientare la dirigenza a lavorare per la risoluzione del contratto: Alex Sandro ha mercato in Turchia e potrebbe strappare un contratto economicamente vantaggioso. A quel punto l’indiziato numero uno, come centrale mancino, sarebbe Pau Torres: lo spagnolo, richiesto anche dal Napoli in caso di partenza di Kim, è tentato e il discorso è già stato intavolato, ma il Villarreal va convinto con un’offerta interessante, al di là della clausola. E c’è pure l’Aston Villa.

Juve, il destino di Rovella e gli altri

Chi rientra dai prestiti dovrà capire quale sarà il suo destino, tra ripartire a titolo temporaneo per un’altra destinazione o restare per giocarsi le chance di avere un ruolo in prima squadra agli ordini di Allegri. Chi ha buone possibilità di ritagliarsi uno spazio è Rovella, dopo il prestito al Monza. Tanti lo indicano come il sostituto ideale di Paredes nelle gerarchie juventine, di sicuro Allegri lo stima e lo porterà con sé nella tournée americana, come già successo un anno fa. Probabile che stavolta possa rimanere, anche se la Juventus valuterebbe una eventuale offerta importante per il centrocampista: si parla di Borussia Dortmund, però non è decollata una trattativa al momento. Ritornerà da Bologna il terzino Cambiaso, che andrà in tour negli Usa per poi entrare nelle rotazioni di Allegri. Discorso diverso per Kulusevski che potrebbe restare al Tottenham, anche senza riscatto obbligatorio. Per i giovani ci sono tante richieste: Barrenechea è tentato dal Genoa (in prestito), il difensore De Winter, dopo un anno a Empoli, può rientrare nell’affare con il Sassuolo per Frattesi, Soulé ha mercato in mezza Serie A in prestito, Iling Jr dovrebbe restare (per i bianconeri vale almeno 20 milioni) ma piace molto in Premier.

Il ranking Uefa aggiornato: la posizione della Juve

Guarda la gallery

Il ranking Uefa aggiornato: la posizione della Juve

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Napoli, Spalletti: "Italiano? De Laurentiis sa scegliere tecnici eccellenti" Successivo Juve, le strategie sui giovani: chi andrà via in prestito e dove