Juve Women, non solo il colpo Belotto: il punto tra cessioni e ricambio generazionale

È arrivata la paraguaiana classe 2003: è tra le più forti al mondo in prospettiva, ha anche il passaporto italiano. Battuta la concorrenza di Real e Psg. Si lavora anche alle uscite, a partire da Lundorf e Zamanian

La Juventus Women è particolarmente attiva sul mercato in questa sessione di gennaio. Con la testa proiettata alla seconda parte della stagione ma anche un occhio rivolto al futuro. Braghin è al lavoro per sistemare la rosa attualmente a disposizione di Montemurro, senza perdere di vista un cambio generazionale che sembra ormai inevitabile nel prossimo biennio. Il responsabile dell’area femminile del club si è già assicurato le prestazioni di Soledad Belotto, portiere classe 2003 tra i più forti al mondo in prospettiva. È un colpo di caratura internazionale.

COLPO IN PORTA: BELOTTO

—  

Il doppio passaporto italo-paraguaiano la candiderebbe anche per in futuro in nazionale: Belotto è un talento cristallino, con una struttura fisica sviluppata sui 180 centimetri d’altezza e una padronanza tra i pali da giocatrice esperta nonostante sia ancora giovanissima. La Juve è arrivata prima degli altri club, strappandola alla concorrenza di Real Madrid e Psg. Lavorerà accanto a Peyraud-Magnin e verosimilmente scalerà presto le gerarchie superando Aprile e Forcinella, quest’ultima verso i saluti a fine stagione.

PORTE GIREVOLI

—  

Vicine alla cessione anche Lundorf e Zamanian, che andrebbero a liberare così delle caselle utili per operare all’estero. E se la prima lascerà quasi certamente l’Italia, la seconda potrebbe trovare ancora collocazione in Serie A: anche se finora ha espresso poca convinzione alla proposta del Parma e alle altre ipotesi potenziali. La Juve ha bisogno di un terzino e vorrebbe inserire in organico sin da subito una “10”, così da poter gestire in estate con meno pressione l’uscita di qualche senatrice nel reparto avanzato.

INTRECCI

—  

Da monitorare anche la posizione di Bonfantini, pescata un anno e mezzo fa dalla Roma grazie a uno scambio con Glionna ma non ancora dentro il progetto di Montemurro. La Juve ne ha parlato col Milan: e se lo scambio con Soffia (terzino) è di difficile realizzazione, va monitorato un possibile incrocio con Thomas, sulla quale i bianconeri si muovono a prescindere per averla dalla prossima stagione. Situazione simile a quella di Cafferata della Fiorentina: se non subito, perché bloccata dal club viola, la giocatrice arriverà a zero in estate.

Precedente Napoli, Raspadori: "Colpo di testa da migliorare. Il numero 81? Dietro ci sono... dei prefissi" Successivo DIRETTA/ Promitheas Trento (risultato finale 84-71): le Aquile cadono in Grecia

Lascia un commento