Juve, Vlahovic, Di Maria e Bremer per l’assalto all’Inter

TORINO – Prove di Juve “reale” e non più “virtuale”. Si rivede un po’ di luce in fondo a lungo tunnel degli infortuni e Allegri si prepara a inserire nuovamente pedine pesantissime nello scacchiere bianconero proprio per uno degli appuntamenti clou prima della sosta. C’è l’Inter all’orizzonte e il tecnico ritrova in un colpo solo Vlahovic, Bremer e Di Maria. Tre recuperi fondamentali che potranno alleviare un po’ la totale emergenza in cui la Signora ha versato nelle ultime settimane. La regolarità degli infortuni sì è rivelata impressionante, partita dopo partita, tanto che i bianconeri si sono giocati le residue speranze di rimanere in Europa contro il Psg senza ben 12 giocatori. A Lecce, nell’ultima di campionato, la situazione non era dissimile, tanto da dimostrarsi troppo penalizzante per poter sostenere un calendario così fitto di impegni.

Vai Dusan

Ora, appunto, sta tornando piano piano il sereno. Vlahovic, innanzitutto: Dusan si era fermato nella disgraziata notte di Lisbona per un fastidio che ha fatto riemergere il rischio pubalgia, ha saltato Lecce e Paris e adesso è pronto a tornare titolare in un attacco che ha in Milik l’unica altra certezza. Kean infatti difficilmente ci sarà dopo lo stop alla vigilia della Champions per il riacutizzarsi di una infiammazione alla cicatrice eredità di un precedente infortunio al retto femorale. Dopo il Psg, Moise rischia di non esserci neanche con Inter, Verona e Lazio; il suo 2022 juventino potrebbe quindi essersi già concluso. Con i nerazzurri, quindi, avanti con Vlahovic-Milik.

Fideo

Pure Di Maria si era fermato in coppa, nella tremenda notte di Haifa: lesione di basso grado del bicipite femorale della coscia destra, era stata la diagnosi, con conseguenti venti giorni di assenza previsti, che si sono sommati agli altri già collezionati con i primi due contrattempi muscolari tra metà agosto e settembre. Ora il Fideo prepara il nuovo rientro per dare un segnale tangibile prima dei Mondiali, dopo che è stato al centro di rumors, da lui stesso smentiti, su un addio a metà stagione.

Ranking Uefa, la classifica per club: Juve ancora prima italiana

Guarda la gallery

Ranking Uefa, la classifica per club: Juve ancora prima italiana

In difesa

Allegri potrà puntellare anche la difesa con Bremer, ristabilitosi dopo l’infortunio muscolare patito nel derby. E quello del brasiliano non sarà l’unico rinforzo là dietro: rispetto al Psg, tornerà pure Danilo, squalificato in Champions. Contro l’Inter, il reparto potrebbe essere così tutto verdeoro, con Alex Sandro in ballottaggio con Bonucci per l’ultima maglia in quello che potrebbe essere un 3-5-2. In mediana, Fagioli e Miretti si giocano un posto accanto a Locatelli e Rabiot, mentre le fasce saranno di Cuadrado e Kostic.

Il Big match della settimana: Juventus-Inter

Guarda il video

Il Big match della settimana: Juventus-Inter

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Milan, Ibra spinge Giroud: il nuovo highlander Successivo Dzeko gran riserva. E ora vede il 2024

Lascia un commento