Juve, tifosi scatenati sui social: “Come Calciopoli, paghiamo sempre e solo noi”

La decisione della Corte Federale d’Appello ha sollevato le ire dei tifosi: “Il club adesso si deve difendere come si deve”

Salvatore Malfitano @malfitoto

20 gennaio – Milano

La decisione della Corte Federale d’Appello di aumentare la penalizzazione richiesta dalla Procura nei confronti della Juventus, da 9 a 15 punti, ha provocato come prevedibile un terremoto sui social. Rabbia e sgomento sono le reazioni più comuni tra i tifosi bianconeri. “Fatevi il vostro campionato, il calcio italiano finisce stasera. È stato un piacere vedervi perdere” ha commentato un utente. “Ritiriamo la squadra ora!” è la richiesta estrema di un altro. La delusione deriva anche dal fatto che la Juve sia stata l’unica società a ricevere una penalizzazione. “Vi ricordate la partita in casa con la Salernitana, e voi vi fidate ancora di ‘sta gente? Il calcio italiano è malato. Paga sempre e solo la Juventus, da sempre. Basta!”. “Ricapitolando, le plusvalenze sono il risultato di una operazione di mercato tra due società sportive al momento del raggiungimento di un accordo, ma paga solo la Juventus. Questo paese da oggi fa ancora più vomitare. Torneremo più incazzati”. La soluzione, per qualcuno, è una specie di embargo. “Basta giocatori alla nazionale Figc. Basta acquistare giocatori in Italia. Silenzio stampa a tempo indeterminato”.

Come Calciopoli

—  

Quasi automatici i riferimenti a Calciopoli: “15 punti solo alla Juve, le altre prosciolte. Un’altra Calciopoli. Se ci lasciate soli non lottando anche questa volta, vi assicuro che avrete lo stadio vuoto, e tutto il resto che vi meritate”. E ancora: “La Juventus adesso si deve difendere come si deve. Non come nel 2006. Si deve andare fino in fondo anche con decisioni estreme”. Ma qualcuno la prende con filosofia, notando che la qualificazione in Champions League non è compromessa. “Basta vincere l’Europa League per andare lo stesso in Champions”.

I RIVALI

—  

La sentenza invece è stata accolta con favore dai sostenitori rivali. Si legge su Twitter: “Hanno vinto i sogni dei bambini che mentre si addormentano con il pallone sognando di indossare la maglia numero 10 della loro squadra, possono sperare che un giorno sia il Vicenza, il Verona, il Torino a vincere un titolo perché il calcio è uguale per tutti”. Tenore ben più ironico quando c’entra il Napoli: “Venerdì scorso 5-1. Oggi, venerdì, 15 punti di penalizzazione. Cambiando gli ordini degli addendi (5 e 1), il risultato non cambia”. “Se le ultime notizie avranno conferma, sarà curioso notare come da un venerdì al successivo molti tifosi juventini siano passati dalla predizione (sbagliata) di un -4 dal Napoli ad una certezza di un -25. Spiace”. Per concludere, una battuta di spirito. “15 punti di penalizzazione in classifica. Scuole chiuse a Napoli”.

Precedente Plusvalenze, il comunicato della Juventus: "Ricorreremo al Collegio di Garanzia" Successivo Festa Palermo con Marconi: 1-0 al Bari nel super anticipo

Lascia un commento