Juve-Thuram, missione compiuta: trattativa in dirittura d’arrivo

Il centrocampo prende forma

Il nuovo centrocampo prende così forma, con due nuovi acquisti che si aggiungeranno a Locatelli (inseguito dall’Olympique Marsiglia) e Fagioli. Il tutto in attesa di capire se Rabiot si rifarà vivo e risponderà alla proposta del club bianconero per il rinnovo del contratto. L’offerta è rimasta sul tavolo per settimane – due anni con opzione per il terzo a 7,5 milioni a stagione – ma il tempo è ormai scaduto perché il francese è da lunedì un giocatore svincolato. Adrien stesso ha ribadito dagli Europei di non voler parlare ora della questione, rinviando così ancora la scelta definitiva. Bisognerà capire, nel caso tornasse sui suoi passi, se per lui la porta della Continassa sarà ancora aperta. Non è finita comunque perché il sogno rimane sempre Koopmeiners, con il quale la Juve ha già un principio di accordo. Serve però l’intesa con l’Atalanta, irremovibile nel chiedere 60 milioni, a fronte della proposta bianconera di 45.

Juve, la difesa

Altro capitolo è la difesa. La priorità era Calafiori ma la resistenza del Bologna nei confronti della Signora sembra aver avuto effetto tanto che è arrivato il sorpasso dell’Arsenal, pronto ad assicurare 50 milioni al club emiliano. Per i bianconeri potrebbe aprirsi così l’opzione Kiwior, in uscita dai Gunners. Il polacco classe 2000 ha già lavorato con Thiago Motta ai tempi dello Spezia e costa attorno a 15 milioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Lazio, lo United ha fretta per Greenwood Successivo Napoli, il giorno di Buongiorno

Lascia un commento