Juve, sondaggio per Cristante: Allegri non ha dimenticato

ROMA – Non solo Nicolò Zaniolo. Se il ventiduenne centrocampista offensivo resta uno dei principali obiettivi del prossimo mercato bianconero, per quanto al momento ci sia una certa distanza tra le richieste della Roma e le intenzioni della Juventus, accanto al suo nei piani juventini sta emergendo un altro nome della rosa giallorossa: quello di Bryan Cristante, per il quale dalla Continassa è stato fatto un sondaggio. E’ un interesse che parte da lontano, quello bianconero per Cristante, che il 6 dicembre 2011, a 16 anni, giocava 9 minuti in Champions League in Viktoria Plzen-Milan 2-2, lanciato da Massimiliano Allegri. Cristante ha collezionato altre quattro presenze in rossonero agli ordini dell’attuale allenatore della Juventus, segnando anche il suo primo gol in Serie A, nel 3-0 all’Atalanta del 6 gennaio 2014, una settimana prima del ko con il Sassuolo costata l’esonero ad Allegri. Alla fine della stagione successiva anche Cristante lasciò il Milan per il Benfica, iniziando il giro che lo ha poi portato a esplodere nel 2017-18 nell’Atalanta di Gasperini, 36 presenze e 9 gol.

Di Maria, Milinkovic Savic, Zaniolo, Pogba: a che punto è la Juve

Guarda il video

Di Maria, Milinkovic Savic, Zaniolo, Pogba: a che punto è la Juve

Cristante nella lista di Allegri

Allegri non aveva mai dimenticato quel centrocampista forte fisicamente (186 centimetri per 80 chili) e abile negli inserimenti e lo ha messo nella lista degli obiettivi destinati ad alzare la capacità realizzativa del centrocampo. Assieme ai big Pogba e Milinkovic-Savic e all’emergente Frattesi, che però il Sassuolo vorrebbe tenere un altro anno. Cristante, però, non lo ha dimenticato neanche il Milan. Che perderà Kessie e che sostituendolo con il romanista guadagnerebbe anche un posto nelle liste da presentare a Figc e Uefa, proprio perché il centrocampista giallorosso è cresciuto nel settore giovanile rossonero. Sia la Juventus che il Milan, però, devono convincere la Roma, presa tra il desiderio di Mourinho di non perdere il centrocampista azzurro e un contratto in scadenza 2024 che impone riflessioni. 

Juve, le strategie: chi resta, chi è in bilico e chi parte

Guarda la gallery

Juve, le strategie: chi resta, chi è in bilico e chi parte

Precedente Barcellona, Xavi apre a Lewandowski. E su De Jong dice... Successivo Sensi-Inter, un'altra estate al bivio? Le possibilità...

Lascia un commento