Juve, Rabiot ritorna da Allegri. Ma il Monaco lo corteggia

TORINO – Da compagni ad avversari nel giro di cinque giorni soltanto. E il mercato non c’entra, nonostante il contesto sia spiccatamente estivo. Adrien Rabiot ha completato ieri pomeriggio, con l’allenamento congiunto insieme al Fossano andato in scena al Training Center di Vinovo, la singolare parentesi con l’Under 23 della sua strana estate. Ed è pronto a ritrovare i giovani della seconda squadra bianconera già giovedì nel tradizionale vernissage di Villar Perosa, questa volta però nella metà campo opposta. Dopo aver preso parte al ritiro del gruppo guidato da mister Brambilla a Rovetta, località del bergamasco che ha ospitato Poli e compagni per una settimana, il francese si accinge infatti a ricongiungersi alla prima squadra, di rientro dalla tournée americana. Un importante tassello della preparazione alla nuova stagione che l’ex Psg ha saltato a piè pari per motivi personali e non per ragioni di mercato.

Juve, agosto caldissimo: il programma completo della squadra di Allegri

Guarda la gallery

Juve, agosto caldissimo: il programma completo della squadra di Allegri

Per quanto una sua partenza, ad oggi, non si possa escludere a priori, come conferma il recente interessamento del Monaco e l’orecchio sempre teso quantomeno per ascoltare della Juventus, anche perché il giocatore andrà in scadenza tra meno di un anno. Nonostante l’infortunio di Pogba induca a soppesare con cautela eventuali cessioni in mediana (Rabiot in ogni caso salterà per squalifica la prima giornata di campionato). E nonostante, per caratteristiche fisiche e atletiche in primo luogo, il suo profilo non dispiaccia ad Allegri. Il 27enne di Saint-Maurice, al di sopra di ogni discorso sul suo futuro, nell’ultima settimana ha sudato in Italia anziché negli Stati Uniti, sfoggiando ampi sorrisi a Rovetta con i suoi compagni d’avventura: «Insieme ai miei ragazzi!», ha scherzato sui social qualche giorno fa, postando una foto all’insegna del buon umore insieme a Riccio e Sekulov. Due elementi che, proprio come lui, ieri a Vinovo sono scesi in campo dal primo minuto nella sgambata con la formazione cuneese di Serie D, prima che la girandola di cambi inscenata da Brambilla mutasse quasi per intero l’undici bianconero.

Bremer muro, Di Maria stecca: le pagelle di Real-Juve

Guarda la gallery

Bremer muro, Di Maria stecca: le pagelle di Real-Juve

Brambilla soddisfatto

Il programma iniziale prevedeva un primo test in ritiro contro l’Atalanta Under 19, ma la cancellazione della partita ha indotto lo staff a trattenere Rabiot in seconda squadra anche ieri, così da permettergli di mettere minuti a ritmo-gara nelle gambe. Per la cronaca, i bianconeri si sono imposti con un 4-0 che ha preso consistenza nella ripresa: vantaggio di Zuelli nel primo tempo, raddoppio di Sersanti nel secondo, quindi uno-due allo scadere con il centro di Cotter e il rigore trasformato dall’over Iocolano. «È stato un buon test: sono emersi aspetti positivi e altri sui quali dobbiamo ancora lavorare, in linea con ciò che mi aspettavo – le parole dopo l’allenamento con il Fossano da parte di Brambilla –. I ragazzi hanno messo impegno e serietà, anche se forse con un po’ di precisione in più avremmo potuto segnare qualche altro gol. Ma la squadra è a buon punto: ora bisognerà continuare così, migliorando giorno dopo giorno nelle due fasi, per arrivare pronti alle prime gare ufficiali».

Juve sconfitta dal Real Madrid: Vlahovic e Di Maria non pungono

Guarda la gallery

Juve sconfitta dal Real Madrid: Vlahovic e Di Maria non pungono

Il programma

Ovvero al primo turno di Coppa Italia di Serie C del 21 agosto e all’esordio in campionato della settimana successiva (venerdì il sorteggio del calendario), impegni che seguiranno i prossimi test estivi con Sanremese (10 agosto) e Reggiana (14 agosto). Prima, però, l’appuntamento di Villar Perosa: con Rabiot da una parte del campo e i «suoi ragazzi» (cit.) dall’altra. Per una sfida inedita almeno in Val Chisone, dove era solita salire per fare da sparring partner la Primavera. E anche questo è un segnale di quanto alla Continassa sia diventato centrale il progetto dell’Under 23.

Yildiz, fenomeno Juve a suon di gol: guarda che magie!

Guarda il video

Yildiz, fenomeno Juve a suon di gol: guarda che magie!

Precedente Raspadori, c'è l'offerta Napoli. Ma la Juve tenta il contropiede Successivo Calciomercato Empoli: Rugani dalla Juve per sostituire Viti

Lascia un commento