Juve-Rabiot: contatto! La mamma agente alla Continassa, dialogo aperto

Incontro sul futuro del francese, che ha il contratto in scadenza a giugno: gennaio è l’ultima occasione del club per monetizzarne la partenza ma il centrocampista non è disponibile. Ribadita dai bianconeri la volontà di ragionare sul rinnovo con un ingaggio simile a quello di Pogba

Eppur qualcosa si muove attorno ad Adrien Rabiot. Mamma Veronique è stata in visita alla Continassa, ha preso un caffè con il direttore Federico Cherubini e inevitabilmente parlato del figlio. Non è stato un incontro per trattare, ma per chiarire le posizioni delle parti. Il calciatore vuole onorare il contratto che lo lega alla Juve fino al termine della stagione, al di là della questione rinnovo: significa che non darà apertura a eventuali proposte in questa finestra di gennaio. La cessione immediata sarebbe l’unica condizione per far monetizzare l’uscita al club, che attraverso il responsabile dell’area tecnica ha sondato invece la disponibilità a trattare il prolungamento del contratto.

Questione rinnovo

—  

Rabiot è diventato un giocatore di riferimento nella Juve di Allegri. Grazie al tecnico è tornato a essere uno dei centrocampisti più forti in Europa e dentro lo spogliatoio ha grande consenso e affetto da parte dei compagni. Tuttavia la questione rinnovo – nella quale oggi non ci si è addentrati – resta piuttosto spigolosa, considerato che la mamma-agente vorrebbe strappare un nuovo contratto a doppia cifra e ricavare per sé una consistente commissione alla firma. La Juve l’estate scorsa avrebbe ceduto il francese al Manchester United, poi l’affare saltò per il mancato accordo sull’ingaggio: in quella circostanza avrebbe incassato più di 20 milioni, ora rischia di perderlo a zero a fine anno. La speranza dell’entourage è che proprio dalla Premier League, un campionato che attira molto il giocatore, possa arrivare la proposta giusta per il futuro. Anche se la Juve non è ancora tagliata fuori dai giochi: e potrebbe provare a convincerlo proponendogli un ingaggio più a vicino a quello di Pogba, che percepisce 8 milioni più bonus. Anche se la nuova linea gestionale va in direzione opposta, quella di un maggiore contenimento dei costi.

Precedente Moukoko, Mattheus durissimo: “Vuole i soldi? Vada da Ronaldo” Successivo Giuntoli: "Lo scambio Gollini-Sirigu? Vediamo. Osimhen? Sono tutti incedibili"

Lascia un commento