Juve, Pogba e Di Maria a un passo: aspettano una chiamata dei bianconeri

Il francese, ora in vacanza a Miami, e l’argentino, a Londra con la sua Nazionale, hanno scelto il bianconero. E ora aspettano solo di mettere tutto nero su bianco

Qualche decisione è stata presa ed è già ufficiale. In uscita, con i mancati rinnovi di Dybala e Bernardeschi. In entrata, due sono le operazioni in dirittura d’arrivo, che potrebbero portare alla fumata bianca già nelle prossime ore o nei prossimi giorni. In particolare la trattativa legata al ritorno di Pogba è ormai in dirittura d’arrivo. Per Di Maria sono previsti tempi un po’ più lunghi, ma al momento le parti appaiono molto vicine.

L’attesa

—  

Dopo il lavoro preparatorio delle scorse settimane Paul Pogba e Angel Di Maria sono infatti a un passo dal nero su bianco. Sia l’ex Manchester United che l’ex Psg, entrambi in scadenza di contratto a fine giugno, hanno infatti già dato il loro benestare al trasferimento in bianconero ed attendono ora una chiamata dalla società.

Fra vacanze e Nazionale

—  

Pogba è in vacanza a Miami, Di Maria è con l’Argentina a Londra, in vista della gara contro l’Italia dell’1 giugno, quella che vedrà anche il saluto di Chiellini alla Nazionale. Il francese per la Juve ha rinunciato ad una generosa offerta del Psg (che gli avrebbe garantito sui 15 milioni, quel che prendeva al Manchester), ma l’idea di tornare là dove era approdato a 19 anni ed era diventato uno dei migliori centrocampisti d’Europa ha avuto la meglio. Ed ora manca un ultimo incontro fra la dirigenza juventina e il suo agente, Rafaela Pimenta, sulla base di un triennale da 7,5 milioni di euro più bonus. La cifra, che è poi il tetto massimo agli ingaggi bianconeri, è più o meno la stessa proposta a Di Maria, destinato a completare il tridente con Vlahovic e Chiesa. L’argentino vorrebbe chiudere l’esperienza europea con un ultimo campionato d’alto livello, ma non è esclusa l’idea di un biennale che permetterebbe alla Juve di sfruttare il Decreto Crescita con relativi sconti fiscali.

Precedente Gravina risponde a Ceferin e rilancia: "Italia credibile per Euro 2032" Successivo Roma-Inter: sfida tra i migliori talenti d’Italia, da Tripi a Casadei

Lascia un commento