Juve, Pirlo: “Incontro tra Agnelli e Allegri? Avvertito dal presidente”

TORINOAndrea Pirlo si gioca una gran fetta di futuro, dopo il pareggio col Torino nel derby che ha fatto scivolare la Juve al quarto posto in classifica a 12 punti dalla capolista Inter. La gara del 7 aprile contro il Napoli all’Allianz sarà uno snodo fondamentale per il tecnico bianconero, che si presenta alla conferenza stampa della vigilia: “Incontro Agnelli-Allegri? Sono stato avvertito dal presidente in persona dell’incontro, a parte il calcio l’amicizia resta. Se andassi a cena con Maldini mica dovrei diventare allenatore del Milan. Ho contatto quotidiano con Agnelli, ci diciamo tutto ciò che succede, sono al corrente della sua fiducia che mi dà tanta serenità”. 

Pirlo, i probabili 11 per Juve-Napoli

Pirlo: “Gara non decisiva, Dybala è disponibile”

Interrogato sul match dell’Allianz contro il Napoli, Pirlo afferma: “Gara non decisiva ma importante, il campionato è lungo, si affrontano due squadra con gli stessi obiettivi e che vogliono tre punti, la pressione c’è: prima era per lottare per il primo posto, ora per un posto in Champions. Sappiamo di avere pressione“. Due positivi nel Napoli e gara di andata rimandata, tre positivi alla Juve e si gioca: “Noi rispettiamo il protocollo e concordiamo con l’Asl. Ci presenteremo e giocheremo. Se avverto fiducia nella squadra? Sono sempre i contatto con loro prima e dopo gli allenamenti e mi danno fiducia, mi danno ciò che voglio, sono tranquillo. I giocatori mi segiono e hanno voglia di rivalsa. Condizioni Dybala? Fortunatamente sta bene e si è allenato col gruppo, non avverte dolore ed è adisposizione, potrebbe giocare. Non faccio la formazione in base all’avversario, l’approccio col Toro è stato buono e siamo andati in vantaggio e abbiamo avuto occasioni, poi purtroppo siamo incappati in un calo di energia e concentrazione. 

Tra Sarri e Allegri, cosa manca alla Juve di Pirlo?

Pirlo e l’11 anti-Napoli: “Ok Szczesny, Cuadrado? O alto o basso va bene”

Sull’undici che affronterà il Napoli dal 1′, Pirlo annuncia: “Confermato Szczesny, dopo una brutta prestazione c’è sempre voglia di riscatto. Cuadrado può giocare avanti o indietro, le valuteremo con calma, contro il Napoli ha giocato sempre da terzino anche contro Insigne”. Su Kulusevski e Alex Sandro, dopo la prova non brillante nel derby: “Capita di fare errori, bisogna andare avanti e alzare la testa. Kulusevski ha 20 anni, deve avere fiducia e ce l’ha, può stare tranquillo”

Precedente Milan con un'arma in più: Leao è tornato ad allenarsi in gruppo Successivo Roma, allarme Covid sotto controllo: così gli azzurri vengono monitorati

Lascia un commento