Juve, Morata è perfetto per Pirlo: ecco perché funziona

L’aspetto mentale ha certamente un valore decisivo nell’inizio scintillante della seconda vita juventina di Alvaro Morata, ma quello tattico non va trascurato. Lo spagnolo ha le caratteristiche per esaltare i principi che Pirlo vuole vedere applicare dalla Juventus ed esserne al tempo stesso esaltato. Tecnica, atletismo e intelligenza gli permettono di svariare, contribuendo alle rotazioni che il tecnico vuole. Ma è sopratutto la sua capacità di attaccare la profondità ad andare a nozze con le idee di Pirlo: ideale per approfittare dei numerosi servizi dall’esterno che arrivano con due giocatori sempre larghi, massimizzandone così l’efficacia, e al tempo stesso preziosa per liberare lo spazio fuori area per il rifinitore e l’altra punta.

Precedente Il rifiuto a Inter e Milan, Gigi Simoni e la buca a Salas. A 50 anni Maspero si racconta Successivo Il Milan si ferma ma certi sberloni aiutano a crescere

Lascia un commento