Juve, manita alla Lazio, il dominio continua. Bene la Roma e il Sassuolo

La squadra di Montemurro travolge le biancocelesti e si conferma in vetta della classifica. Sconfitte per Fiorentina e Napoli

Aspettando la sfida decisiva in Champions contro il Wolfsburg, la Juventus ha vinto ancora. Con il 5-0 alla Lazio, la squadra di Montemurro ha portato a 33 l’incredibile serie di successi consecutivi in Serie A, mentre le biancocelesti restano l’unica squadra ancora a zero punti. Vince anche il Sassuolo, a cui basta il gol di Bugeja per sbancare Napoli. Nel match trasmesso in diretta su La7, infine, la Roma ha aggravato la posizione della Fiorentina. Domani Pomigliano-Milan, Empoli-Sampdoria e Inter-Verona, prima della sosta per lasciare spazio alla Coppa Italia e alla Nazionale.

JUVENTUS-LAZIO 5-0

—  

Poca storia a Vinovo, dove la Juventus ha travolto la Lazio nel testacoda della nona giornata. Bianconere avanti dopo soli cinque minuti con la rete di Bonfantini; sempre dell’ex romanista anche l’assist per il 2-0 di Hurtig con cui si è chiuso il primo tempo. Nella ripresa, Montemurro ha inserito Boattin e Girelli al posto di Rosucci e Bonansea e proprio le due neoentrate hanno confezionato il gol del 3-0: assist splendido di Girelli e sinistro di Boattin nella porta di Natalucci, che poco dopo ha negato la prima gioia in Serie A alla giovanissima Pfattner. Il poker lo ha allora realizzato di nuovo Bonfantini, con Girelli che nel finale ha offerto un altro assist, stavolta a Nilden, per il 5-0 finale.

NAPOLI-SASSUOLO 0-1

—  

Lo scorso anno, in un Sassuolo-Napoli, si accese la stella della maltese Haley Bugeja. Dopo i 12 gol della passata stagione, il giovanissimo talento a disposizione di Piovani si è sbloccato segnando a Cercola una rete importantissima che tiene le emiliane in scia della Juventus, che sarà ospite al Ricci nello scontro diretto del 4 dicembre. Il Napoli, nella ripresa, ha provato a riprendere il risultato, ma senza riuscirci: Lemey, a parte un intervento a risolvere una mischia in area, non è stata mai seriamente messa in difficoltà dagli attacchi della squadra di Pistolesi, mentre il Sassuolo ha resistito nei minuti di recupero anche all’inferiorità numerica per l’espulsione di Philtjens, colpevole di un fallo su Popadinova.

ROMA-FIORENTINA 1-0

—  

Al Tre Fontane, nel giorno della 200esima presenza in Serie A di Elena Linari (che affrontava il suo passato in maglia viola), la Roma ha battuto 1-0 la Fiorentina, agganciando momentaneamente il Milan impegnato domani a Pomigliano. Nel primo tempo, la Roma non ha trovato spazi per scardinare la difesa di una Fiorentina che si è affidata prevalentemente al contropiede. Di Guglielmo, Andressa e Serturini non hanno spaventato Schroffenegger. A realizzare il gol decisivo è stata Serturini, abile a sfruttare un’uscita incerta di Schroffenegger su cross di Glionna. Due pali per la Roma con Giugliano e Glionna; la Roma non è riuscita a chiudere la partita neanche con Lazaro e ancora con Glionna e, nel recupero, ha rischiato di subire il pareggio, ma il colpo di testa di Sabatino è finito sopra la traversa. Fiorentina che dopo tre sconfitte in avvio di campionato e tre vittorie che avevano risistemato le cose, si ritrova nel pieno di un’altra serie negativa da tre ko.

Precedente Ghali, no alla pace con Salvini. "Non si può fare con chi fa la guerra ai più deboli" Successivo Di Biagio: "Jorginho? A me chiedono ancora del rigore del '98, ma ne ho tirati altri dopo"

Lascia un commento