Juve, l’obbligo di riscatto per Paredes non c’è più: se non svolta, torna a Parigi

Tra le condizioni per far scattare l’acquisto dell’argentino c’era il passaggio del turno in Champions. Nel frattempo Fagioli e Locatelli l’hanno scavalcato nelle gerarchie e la conferma adesso è in salita

Il Mondiale come punto di svolta. Lo è stato per tanti calciatori nella storia, ora potrebbe essere arrivato il turno di Leandro Paredes. Il centrocampista argentino si è presentato in Qatar dopo mesi un po’ così alla Juventus, che hanno messo in serio dubbio la sua permanenza a fine stagione. Paredes è in prestito dal Psg con un diritto di riscatto, che poteva trasformarsi in obbligo solo ad alcune condizioni, tra cui l’avanzamento in Champions.

Precedente Iran, il coraggio della Nazionale che sfida la repressione del regime e si schiera con il suo popolo Successivo La luce dopo l'infortunio. E adesso? La strategia Juve per Felix Correia

Lascia un commento