Juve, lo Zenit non scherza: 11 gol fatti nelle ultime due di campionato

I russi devono vincere per mantenere vive le speranze di qualificazione. Il tecnico Semak suona la carica ai suoi: “Bianconeri squadra top, ma noi dobbiamo fare punti”

Dal nostro inviato Giovanni Albanese @GiovaAlbanese

2 novembre – Torino

La buona prestazione nella gara d’andata con la Juve, vittoriosa solo sul finale, ha dato una spinta emotiva non indifferente allo Zenit, che da quel momento ha letteralmente travolto le proprie avversarie. È successo prima con lo Spartak Mosca (battuto per 7-1) e poi con la Dinamo Mosca (regolata per 4-1): undici reti fatte e la grandissima intensità mostrata dai russi nelle ultime due gare di campionato sono da considerare un’insidia per la Juve, specie per il momento che sta attraversando.

OBBLIGATI A VINCERE

—  

Al di là degli uomini – Douglas Santos fuori dai giochi, Malcom e Kruglovoy in dubbio fino all’ultimo – lo Zenit proverà a fare la partita avendo un solo risultato per riaprire il discorso qualificazione agli ottavi. “Ci adegueremo agli spazi che ci concederà la Juventus, che in Champions ha dimostrato di avere una condizione top – l’anticipazione di Semak in conferenza stampa alla vigilia -. Noi abbiamo la necessità di fare punti a casa e quindi dovremo cercare di vincere”. Dzyuba e Azmoun gli uomini più pericolosi, oltre a Claudinho che aggiunge qualità alla manovra offensiva dei russi. La Juve però dovrà dare subito la sua impronta al match, anche per scacciare la crisi riaperta dalle sconfitte con Sassuolo ed Hellas Verona, così da ritrovare certezze e autostima e provare a riprendere un cammino da top.

Precedente Vlahovic: che sia Fiorentina, Juve, Milan, Inter. Non fatelo andar via dall'Italia Successivo Le Parisien: "Clamoroso Psg: Sergio Ramos può essere licenziato”

Lascia un commento