Juve, il J-Medical diventa hub vaccinale di Torino

Dopo aver concesso una parte del parcheggio dell’Allianz Stadium a novembre scorso per realizzare l’hotspot del Drive Through per i tamponi rapidi, il club bianconero raddoppia l’impegno nella lotta al Covid

Anche il J-Medical diventa un hub vaccinale di Torino. Juventus raddoppia così l’impegno nella campagna anti Covid, dopo aver concesso una parte del parcheggio dell’Allianz Stadium a novembre scorso per realizzare l’hotspot del Drive Through per i tamponi rapidi. “Abbiamo aderito al piano vaccinale dell’Asl Città di Torino – il commento di Luca Stefanini, responsabile sanitario di Juventus e direttore generale del centro medico – rendendo disponibile il nostro centro per contribuire a fornire questo importante servizio per la popolazione, in un momento in cui è fondamentale procedere con la vaccinazione di massa per uscire il più in fretta possibile dalla pandemia”.

HUB VACCINALE

—  

Il J-Medical si trova all’interno dell’Allianz Stadium, ala est: sarà a disposizione dell’ASL di Torino e garantirà un centinaio di vaccinazioni al giorno, con l’impegno di una quindicina di medici e cinque infermieri, tra le 9 e le 15. All’inaugurazione del nuovo punto vaccinale sono intervenuti l’assessore regionale alla Ricerca applicata al Covid Matteo Marnati, la dottoressa dell’ASL Città di Torino Maria Carla Cestari, il direttore generale dell’Istituto di Candiolo Antonino Sottile, oltre che Luca Stefanini e Luca Semperboni, in rappresentanza della struttura sanitaria che dirigono.

Precedente La Lazio e Maestrelli: 50 anni fa l’annuncio Successivo Critiche, lamentele, battibecchi: Germania, tutti contro Sané

Lascia un commento