Juve, guarda che Ihattaren: tre gol in 11′ con lo Jong Ajax

Mohamed Ihattaren? Rieccolo spuntare alla grande. Il giovane giocatore olandese ha firmato una tripletta in 11 minuti nel 6-1 che lo Jong Ajax ha rifilato al VVV. Tre reti una più bella dell’altra, tra il 57′ e il 68′. Sempre con il piede sinistro, rientrando dalla fascia in dribbling e pennellando poi sul secondo palo senza lasciare scampo al portiere avversario. John Heitinga, allenatore dei giovani dell’Ajax, ha addirittura paragonato Ihattaren a un altro olandese: “Io ho giocato con Robben: tutti sapevano cosa avrebbe fatto, ma lui segnava lo stesso”.

Ihattaren: ha ripreso a segnare e ha esordito in prima squadra

L’ex giocatore del Psv Eindhoven aveva già segnato un gol con lo Jong Ajax, dopo essere tornato in campo il 1° aprile, a 342 giorni dalla sua ultima partita. Pochi giorni ed ecco una rete e un assist. Ha anche avuto la soddisfazione di esordire con la prima squadra dell’Ajax, quattro minuti nella finale di Coppa d’Olanda proprio contro la sua ex squadra, il Psv. Insomma, dopo la fallimentare esperienza in Italia, il giocatore che la Juve a gennaio ha mandato in prestito all’Ajax sta tornando quel fenomeno che aveva fatto scomodare i dirigenti bianconeri l’estate scorsa, che poi l’avevano girato alla Sampdoria.

Ihattaren: quel pessimo periodo alla Sampdoria

Neanche un minuto in campo con la Sampdoria. La fuga in Olanda, la voglia addirittura di abbandonare il mondo del calcio per Ihattaren, che poi aveva apertamente accusato i blucerchiati: “Non ce la facevo più, tutti gli accordi non venivano rispettati. L’allenatore D’Aversa non sapeva nemmeno che fossi un mancino, nello spogliatoio nei miei confronti era cresciuta una certa irritazione, ho anche litigato con Candreva. Sembrava che ci fosse sempre qualcosa che non andava, non giocavo mai. Non mi permettevano nemmeno di allenarmi, la sensazione è che non mi capivano o non volessero farlo. Non mi hanno mai aperto un conto, mai accreditato uno stipendio. Ora voglio rimettermi in forma, so che posso farlo”. Intervista rimandata al mittente dalla Sampdoria: “Illazioni fantasiose prive di qualsivoglia fondamento”.

Heitinga: “Non è ancora a livello di Champions League”

Heitinga è stato davvero prodigo di complimenti per Ihattaren. Non solo il paragone con Robben, ma un altro grande attestato di stima: “Sappiamo tutti quanto sia bravo a giocare a calcio, ma ha ancora bisogno di fare alcuni passi per arrivare al livello della Champions League. Dobbiamo dargli tempo, ha bisogno di questo tipo di partite per prendere ritmo”. La situazione contrattuale è questa: fino al 3 gennaio 2023 è in prestito all’Ajax. C’è l’opzione per un successivo trasferimento a titolo definitivo, ma non la cifra fissata. Dunque Juve e lancieri dovranno sedersi al tavolo per parlarne.

La Juve vince, Sassuolo ko: esultanza 'particolare' tra Dybala e Bonucci

Guarda la gallery

La Juve vince, Sassuolo ko: esultanza ‘particolare’ tra Dybala e Bonucci

Precedente Bologna, accolto il ricorso per Medel: con l'Inter ci sarà Successivo Villarreal, Emery avvisa: "Giochiamo col miglior Liverpool che abbia mai visto"

Lascia un commento