Juve-Empoli, perché Milik è stato prima ammonito e poi espulso

Un’entrata dell’attaccante polacco su Cerri viene punita a due riprese dall’arbitro Marinelli, che modifica la sua decisione dopo aver rivisto le immagini del fallo

Minuto 17: Milik entra scomposto su Cerri, che colpito duro a una caviglia cade a terra e viene soccorso dallo staff medico. Marinelli vede ed estrae il cartellino giallo, con l’attaccante polacco che si allontana lesto e senza protestare.

la rettifica

—  

Il gioco sembra riprendere, ma Marinelli è richiamato a bordo campo dal VAR e dopo l’on field review l’arbitro rettifica la sua precedente decisione: giallo annullato, è espulsione diretta. In effetti le immagini mostrano un’entrata col piede a martello, coi tacchetti del polacco che colpiscono pericolosamente la caviglia di Cerri. L’ultimo flash è per Milik che rientra nel tunnel verso gli spogliatoi portandosi la maglia sugli occhi. Risultato: Juve in dieci per 70 minuti e senza il polacco per la prossima gara, il derby d’Italia contro l’Inter di domenica prossima.

Precedente Yildiz fuori, Milik e Alex Sandro titolari con l'Empoli: Allegri spiega perché Successivo Occhio Inter: in A senza Calha ne vinci una su cinque. Ecco perché