Juve, Dybala non si muove . Rinnovo in arrivo e Pjanic dice già sì

A fine mese l’agente in Italia, si parlerà di cifre, ma adesso c’è fiducia e serenità

Valerio Clari e Carlo Laudisa

21 luglio – Milano

C’è un Dybala reale, quello che si allena sul campo della Continassa, che ha avuto un proficuo colloquio con Allegri e che aspetta l’inizio della stagione per riprendersi la Juve. E c’è un Dybala percepito, soprattutto a parecchi chilometri di distanza, dove il contratto in scadenza nel 2022 viene visto come un segno di possibile disponibilità alla partenza. Si spiega così il tentativo del Barcellona di inserire Paulo in uno scambio che servirebbe ai blaugrana soprattutto per liberarsi dei 15 milioni di ingaggio di Griezmann. La trattativa non decollerà e non avrà sviluppi, perché nonostante il legame di Dybala con la Juventus non sia mai stato così “corto”, è tornato saldo e futuribile e la Joya non è più sul mercato. Piuttosto, si parlerà presto di rinnovo, ma senza ansia né particolari preoccupazioni.

Il rinnovo

—  

La volontà delle due parti di arrivare a un nuovo contratto è stato esplicitata da qualche settimana, le rassicurazioni “sulla parola” sono bastate per scacciare le nubi, la volontà di Allegri, ribadita anche in questi primi giorni di lavoro comune (in cui il tecnico ha trovato il numero 10 decisamente in forma) hanno riportato il sereno. I due hanno cominciato a programmare il futuro prossimo. Intorno alla metà della prossima settimana arriverà in Italia dall’Argentina il suo procuratore Jorge Antun e poi con ogni probabilità si fisserà un incontro con il responsabile dell’area sportiva della Juventus Cherubini: non c’è ancora una data, ma ci sono tutte le intenzioni di ricominciare a discutere anche di cifre. Prima della pandemia c’era stata una proposta di massima dei bianconeri di 10 milioni, a cui non era stato dato seguito. Ora si partirà probabilmente da una cifra “fissa” leggermente inferiore, ma che con bonus non proibitivi potrebbe arrivare sempre a 10. Al di là delle cifre che potrebbe essere quelle giuste, il clima è cambiato rispetto a un anno fa: ora c’è serenità e fiducia.

Pjanic e gli altri

—  

La che vorrebbe ritrovare Pjanic, che continua a mandare segnali, anche via social, su quanto sarebbe disponibile a rientrare a Torino dal Barcellona. Si può lavorare su un prestito, ma servirà anche una riduzione dell’ingaggio. Se ne parlerà comunque più avanti nell’estate, i prossimi dossier sulla scrivania di Cherubini restano Locatelli, il contratto di Chiellini (scaduto) e il rinnovo di Cuadrado (che si chiude nel 2022). Sul campo invece il prossimo a tornare sarà Szczesny (venerdì), poi toccherà al più atteso, Cristiano Ronaldo, lunedì. Prima la Juventus avrà giocato la prima amichevole, sabato (ore 18, alla Continassa) contro il Cesena: ieri Allegri ha fatto le “prove”, la prima partitella undici contro undici della sua seconda gestione. Dybala c’era, quest’anno non si vuole perdere nulla.

Precedente DIRETTA TRIESTINA ROMA/ Video streaming tv: tanti i precedenti del match Successivo Kaio Jorge, il Santos abbassa il prezzo: bastano 4 milioni? È braccio di ferro

Lascia un commento