Juve, dopo il Chelsea c’è il Toro: solo un k.o. nelle ultime 30. Ma quel dato sui tiri subiti…

Derby tra due squadre appaiate in classifica a quota 8 punti: i granata hanno concesso solamente 49 conclusioni in questo avvio di stagione, i bianconeri 76

La vittoria contro il Chelsea ha lanciato la Juventus in Champions League: il gol di Chiesa ha regalato ad Allegri il prestigioso successo contro i campioni d’Europa in carica e la vetta nel girone. Con i tre punti contro i Blues i bianconeri sono ora a tre vittorie consecutive, considerando anche il doppio 3-2 in campionato contro Spezia e Sampdoria. Nelle ultime cinque, quattro successi e un pareggio per la Signora. La Juve è uscita dal momento complicatissimo in avvio di campionato? Nel derby contro il Torino potrebbero arrivare subito delle risposte: si gioca sabato alle 18.

I RISULTATI

—  

I granata vengono da due pareggi consecutivi subiti in rimonta: in casa contro la Lazio (1-1 con gol al 91’ di Immobile su calcio di rigore) e sul campo del Venezia (1-1 con pari di Aramu sempre dal dischetto al 78’, dopo il vantaggio di Brekalo in avvio di ripresa). Il Torino è la squadra che ha pareggiato più partite di qualsiasi altra squadra in Serie A nel 2021, ben 13: nei maggiori cinque campionati europei solamente Reims e Athletic Club (14 entrambe) ne contano di più. Grazie a Juric, i granata subiscono pochissimi tiri: solamente 49 in questo campionato, nessuno ha fatto meglio. La Juve è a quota 76.

I PRECEDENTI

—  

La Juventus ha perso soltanto una delle ultime 30 sfide di Serie A contro il Torino (1-2 nell’aprile 2015, con Allegri in panchina): il bilancio è completato da 22 vittorie e sette pareggi. Un dato preoccupante per la Signora, e in controtendenza con quanto accade in Champions League, è che la porta bianconera viene battuta da 20 partite di fila in campionato: dovesse incassare una rete in questo match, la Juve eguaglierebbe la sua peggior striscia nella storia della competizione (21 partite di fila senza clean sheet, tra gennaio e ottobre 1955). Dall’altra parte, però, la Juventus ha tenuto la porta inviolata nel 62% delle trasferte di Serie A contro il Torino dal 2000 in avanti. Insomma, fino a questo momento è una Signora a due velocità anche per quanto riguarda la tenuta difensiva: il derby contro il Torino può rappresentare il definitivo rilancio anche in campionato.

Precedente Arbitri, Trentalange promuove Chiffi e Pairetto: proposti per lista Fifa Successivo Probabili formazioni Napoli Spartak Mosca/ Quote: in porta si rivede Alex Meret

Lascia un commento