Juve donne, è la nazionale Peyraud-Magnin il nuovo portiere

Francese, classe 1992, proviene dall’Atletico Madrid ed ha lunga esperienza europea: sarà lei a raccogliere l’eredità di Laura Giuliani

La Juventus Women ha il suo nuovo portiere. Si tratta di Pauline Peyraud-Magnin, classe 1992, proveniente dall’Atletico Madrid. Estremo difensore di lunga esperienza europea, nazionale francese: sarà lei a raccogliere l’eredità di Laura Giuliani, che ha difeso la porta bianconera dalla nascita del progetto. Trattativa lavorata sotto traccia e con grande attenzione dal direttore Stefano Braghin, bravo ad anticipare la concorrenza che si sarebbe scatenata al termine del campionato spagnolo: la giocatrice ha scelto la Juve e la sua storia, il campionato italiano e il tecnico Joe Montemurro che l’ha già allenata all’Arsenal.

PRIME PAROLE

—  

“Sono molto orgogliosa di essere qui e di poter iniziare questa nuova avventura con la Juventus – ammette la giocatrice francese -. Conosco il palmares del club bianconero, so che ha una grandissima storia e ho molta voglia di farne parte anche io. Montemurro? Mi fa veramente molto piacere ritrovarlo, è un grandissimo allenatore. Insieme abbiamo vinto un campionato con l’Arsenal due anni fa. Sono molto contenta di poter lavorare di nuovo con lui”. Dopo le esperienze in Francia, in Inghilterra e in Spagna, per lei è tempo di sbarcare in Italia: “Credo sia un calcio molto fisico, come vediamo nel campionato maschile, e anche bello da vedere. Mi aspetto molti tiri che spero di parare”. Pauline indosserà la maglia numero sedici, “un numero che mi insegue da tanto tempo”, spiega, “sin da quando ho firmato il mio primo contratto con il Lione. Mi ha sempre portato fortuna e così spero possa portarmene pure qui”.

PROFILO EUROPEO

—  

Peyraud-Magnin ha vinto già tanto nella sua carriera e vanta pure un record d’imbattibilità in Nazionale di ben 1091 minuti. Con la maglia del Lione ha vinto due volte campionato francese e Coppa di Francia e la Women’s Champions League nella stagione 2017-18. L’anno successivo, con la maglia dell’Arsenal, insieme a Montemurro, ha vinto la FA Women’s Super League. Mentre nell’ultima stagione ha conquistato la Supercoppa di Spagna difendendo la porta dell’Atletico. Pronta per la sua nuova avventura in bianconero: sarà lei a trasmettere una maggiore esperienza europea al gruppo. Che intanto ha appreso la prima avversaria da affrontare lungo il nuovo percorso europeo con la nuova formula per accedere alla prossima fase ai gironi di Champions: le bianconere se la vedranno contro le macedoni della FK Kamenica Sasa, mentre l’altra gara del girone vedrà contro la SKN St. Polten Frauen e il Besiktas. La strada per la fase finale della competizione è lunga ma il club punta ad alzare l’asticella dopo gli ultimi anni fuori al primo turno.

Precedente Inter, idea Molina: l'Udinese spara alto, ma i nerazzurri provano a giocarsi il jolly Successivo Bakayoko come Giroud: ecco la strategia del Milan

Lascia un commento