Juve, Di Maria già stregato da Pogba: “Ci dà tanta qualità”

Quello composto da Angel Di Maria, Moise Kean e Marco Da Graca non sarà certo il “tridente B” con cui la Juventus affronterà la stagione alle porte.

Juve-Chivas, Di Maria dà spettacolo

L’argentino è un punto fermo, ma il centravanti ex Psg resta sulla lista dei partenti, mentre il talento ex Under 23 di origini portoghesi sembra destinato a un prestito per fare esperienza. Partite però come quella contro il Chivas aiutano a… mettere in difficoltà allenatore e società, visto che l’attaccante non ha solo segnato il gol del momentaneo 1-0, ma ha in generale fornito una prova convincente.

Juve, festa social dopo la prima vittoria della stagione

Guarda la gallery

Juve, festa social dopo la prima vittoria della stagione

L’emozione di Da Graca e Compagnon: “Sensazioni indescrivibili”

Del resto, se Allegri gli ha dato fiducia dall’inizio pur nella prima amichevole stagionale, il potenziale c’è e non sentire la pressione della cornice e del fatto di giocare con tanti compagni illustri è già un buon segnale sulla personalità del ragazzo, visibilmente emozionato a fine gara al pari di Mattia Compagnon, subentrato nella ripresa e autore del 2-0. I due ragazzi scelgono parole emblematiche per commentare la serata: “Indescrivibile – ha detto Da Graca –È stata una grande emozione avere giocato questa sera e avere anche segnato. Non posso che ringraziare la Juve che mi permette di prendere parte a questa esperienza. Mi ha visto la mia famiglia dall’Italia, penso sia valsa la pena per loro stare svegli di notte…“. “Fantastico, questa è un’esperienza dalal quale non si può che imparare – è stato invece il commento di Compagnon – Osservare questi campioni giorno per giorno è un’occasione incredibile per crescere. Il gol? Ho letto il movimento del difensore e mi sono spostato dal sinistro al destro. E a fine partita ho ricevuto i messaggi dalla mia famiglia che guardava la partita in tv…“.

Cuadrado e le richieste di Allegri: “Ci fa correre”

A prendersi la scena della partita contro il Chivas, però, è stato Angel Di Maria, uno che l’emozione del debutto non l’ha certo sentita. Niente gol, ma magie assortite e una costante sensazione di pericolosità: “È stato un bel test, molto utile per mettere minuti nelle gambe in questa fase di inizio stagione – ha detto il Fideo, che ha poi esaltato un paio di compagni, l’esperto e il giovane pupillo – Pogba è uno dei giocatori più forti del mondo, dà una qualità enorme al centrocampo. Soulé? È fortissimo, un grande talento: va solo lasciato lavorare e crescere a poco a poco“. A parlare per la vecchia guardia è invece Juan Cuadrado: “Anche se era una partita amichevole per noi conta cercare la vittoria sempre, e lo abbiamo fatto.Vogliamo fare bene anche nelle prossime gare, sta nascendo una Juve fortissima, con tanti giocatori di qualità e grandi nuovi arrivi. Cosa ci sta chiedendo il Mister in queste settimane? Correre, correre, correre…“.

Pogba e McKennie, il balletto per festeggiare la vittoria

Guarda il video

Pogba e McKennie, il balletto per festeggiare la vittoria

Precedente Lazio, il dato sugli abbonamenti. E la chiusura sarà anticipata Successivo Diretta Lens-Inter ore 18.30: probabili formazioni, dove vederla in tv e in streaming

Lascia un commento