Juve, Di Maria e Paredes rientreranno il 2. E fra i tifosi scoppia il malumore

Gli argentini bianconeri salteranno la gara con la Cremonese, invece il ritorno di Dybala alla Roma è previsto domani e quello di Lautaro Martinez all’Inter il 30

Angel Di Maria e Leandro Paredes torneranno a Torino il 2 gennaio. I neo campioni del mondo saranno gli ultimi a rientrare, mentre Rabiot già domani è atteso alla Continassa per riprendere gli allenamenti. Venerdì la Juve giocherà l’amichevole con lo Standard Liegi: gli argentini cominceranno a lavorare dall’inizio della prossima settimana, mettendo nel mirino uno spezzone di gara al massimo con l’Udinese e più probabilmente il big match del 13 gennaio contro il Napoli. Saranno entrambi out alla ripresa sul campo della Cremonese, come prevedibile.

VALORE AGGIUNTO

—  

Allegri ha concesso a Di Maria e Paredes qualche giorno in più per via dei festeggiamenti al rientro in Argentina da campioni del mondo e perché – calendario alla mano – sarebbe cambiato poco ai fini dell’attività programmata. Mentre Rabiot, sconfitto in finale con la Francia, ha voluto anticipare di un giorno il rientro, considerato che sarebbe dovuto tornare il 30 dicembre. Qualche polemica tra i tifosi c’è stata comunque: Di Maria quanto Paredes sono arrivati la scorsa estate per alzare il livello della squadra, ma nella prima parte della stagione hanno parzialmente deluso. “Di Maria è un giocatore straordinario, dovrà essere un valore aggiunto per la seconda parte della stagione. Come Paredes – la risposta di Allegri dopo l’ultimo test con il Rijeka -. Tutta la squadra deve essere consapevole che abbiamo cinque mesi importanti, il minimo obiettivo è rimanere nei primi quattro posti e cercare di avvicinare il Napoli che sta viaggiando molto forte. Abbiamo anche la Coppa Italia e l’Europa League: sarebbe bello arrivare fino in fondo e giocare 36 partite”.

VERSO LA RIPRESA

—  

Cresce così il disappunto tra i tifosi non tanto per il leggero posticipo nel rientro, inizialmente previsto per il 29/30 dicembre, quanto per la loro assenza certa alla prima di campionato e per la differenza rispetto ad altri argentini, già rientrati o prossimi alla ripresa degli allenamenti con i loro club. Ad esempio Dybala tornerà domani a Roma, Lautaro Martinez è atteso dall’Inter per il 30, mentre Lisandro Martinez già oggi è tornato nelle fila del Manchester United. Ma evidentemente Allegri aveva già deciso di non fare affidamento sui suoi per la trasferta di Cremona, sulla falsa riga di quanto fatto con McKennie e Kostic, rientrati poco prima dell’amichevole di Londra con l’Arsenal e non convocati. Quanto agli indisponibili per la ripresa, preoccupa piuttosto Cuadrado, che ieri si è sottoposto a un controllo al J Medical e non è ancora vicino al reintegro in gruppo. La terapia al ginocchio sta andando bene, ma l’infortunio potrebbe ancora richiedere un po’ di tempo e – secondo la proiezione – rischia addirittura di tenerlo fuori dai giochi fino alla fine di gennaio. In attesa del rientro di De Sciglio, che dovrebbe farcela già per la Cremonese, sulla corsia destra è piena emergenza.

Precedente Ora Lukaku deve ripagare l’Inter che ha sempre creduto nella sua rinascita Successivo Torino in formato campionato: poker al Monza in amichevole

Lascia un commento