Juve, Demiral scontento: o gioca di più o valuta l’addio

Il difensore turco non è contento dello spazio a disposizione e vuole più minuti, anche per l’Europeo. Difficile un trasferimento a gennaio, che non è nei piani bianconeri

La settimana di Milan-Juve si apre con un caso inatteso: la scontentezza di Merih Demiral. Il difensore turco non è contento dello spazio a disposizione e, per la prima volta da quando è alla Juventus, sta valutando l’ipotesi di continuare altrove la sua carriera. Il sito del quotidiano Fanatik, il primo a riportare la notizia, si spinge a parlare dell’interesse di grandi club internazionali ma l’unica certezza finora è nella delusione di Merih, decisamente chiuso nelle gerarchie dalla coppia Bonucci-De Ligt. Molto complesso invece che cambi maglia a gennaio: la Juventus su di lui ha fatto un investimento e, a meno di clamorose sorprese (o clamorose offerte), non ci saranno novità dal mercato di gennaio.

Quasi 700 minuti

—  

Demiral ieri è rimasto in panchina per Juve-Udinese, partita in cui sperava di giocare almeno qualche minuto. Pirlo invece ha scelto i suoi titolari – decisione logica, considerato il momento delicato della stagione, con il Milan alle porte – e nel finale ha mandato in campo anche Giorgio Chiellini, al rientro dopo due mesi esatti. Demiral in stagione ha giocato 458 minuti in Serie A e 225 in Champions, cominciando le partite contro Barcellona, Dinamo Kiev, Crotone, Verona, Spezia, Lazio e Cagliari.

Vuole giocare

—  

Euro 2021, in questo discorso, è un fattore. Demiral si è guadagnato una maglia nella nazionale turca e vorrebbe arrivare pronto all’Europeo. Soprattutto, vuole giocare. La sua indole è ben visibile in campo: il turco vuole sempre mettersi alla prova e, più che una gratificazione economica, cerca un club che possa dargli spazio ad alto livello. Per questo, dopo aver fatto sapere in passato alle società interessate di non voler cambiare maglia, ora non è soddisfatto. In questa situazione però c’è da considerare l’alto livello della concorrenza e il recente infortunio di Demiral, che a inizio dicembre si è fermato per una lesione muscolare alla coscia destra. Insomma, la sua scontentezza non era attesa in questo momento. Il calendario di gennaio, però, può dare una mano: la Juve giocherà ogni tre giorni per tutto il mese e Pirlo necessariamente dovrà ruotare i suoi uomini. Il tempo per Demiral, magari già contro Sassuolo e Genoa, arriverà.

Precedente Lazio, allarme difesa: Bradaric e Kamenovic sul taccuino Successivo Dal Cile: "Clamoroso, Spalletti tra i candidati per sostituire Rueda"

Lascia un commento