Juve, centrocampo a pezzi: Allegri ha due soluzioni per il debutto in A

Con il Sassuolo mancheranno Rabiot (squalificato), Pogba e McKennie (infortunati): Max pensa a uno tra Rovella e Fagioli, provato anche mezzala

La certezza è che Paul Pogba salterà la prima di campionato e non sarà l’unico assente a centrocampo, il reparto che Massimiliano Allegri dovrà ridisegnare. Oltre al Polpo, che tra 12 giorni sarà ancora alle prese con la prima fase della terapia conservativa, mancheranno anche Adrien Rabiot, squalificato, e Weston McKennie, alle prese con una lesione capsulare della spalla sinistra. Wes come il Polpo si è fatto male in allenamento durante la tournée negli Stati Uniti e dovrà lavorare a parte almeno per le prossime tre settimane. Significa che non lo rivedremo in campo prima di un mese, forse anche un mese e mezzo. Significa che Max, a meno di regali dal mercato, dovrà gestire l’emergenza, soprattutto nella gara del debutto stagionale in Serie A, in programma il 15 agosto all’Allianz Stadium contro il Sassuolo.

Spazio a Fagioli

—  

Se Rabiot non fosse stato squalificato è molto probabile che sarebbe stato lui il sostituto di Pogba, visto che la mezzala sinistra è il suo ruolo. Senza il francese, Allegri dovrà trovare un’altra formula per la mediana. Qualcosa il tecnico l’ha già provata durante la tournée, dove non ha mai avuto Rabiot (che per motivi personali non è partito per l’America, andando in ritiro con l’Under 23) né McKennie (che avrebbe dovuto giocare contro il Real Madrid, ma si è fatto male il giorno prima) e Pogba è stato disponibile solo nella prima partita. La soluzione più logica sembra la mediana che abbiamo visto nell’ultimo test contro i campioni d’Europa, ovvero Locatelli in cabina di regia, Zakaria a destra e Fagioli a sinistra. Il ragazzo rientrato dal prestito alla Cremonese (che a giorni dovrebbe firmare il rinnovo di contratto) è una delle note liete del pre campionato bianconero: colpi, personalità e perseveranza che potrebbero spingere Allegri a puntare dritto su di lui.

Piano B: Rovella play

—  

L’alternativa è dare fiducia a un altro giovane, Nicolò Rovella, che con la Juventus non ha ancora mai giocato perché dopo essere stato acquistato è stato lasciato in prestito al Genoa. Anche da lui sono arrivati segnali positivi nella tournée in America: il tecnico lo ha testato play con Zakaria e Locatelli ai lati e questo potrebbe essere il piano B.

Scoperti a sinistra

—  

Pogba, McKennie e Rabiot non saranno le sole defezioni della prima di campionato: ci sono anche lo squalificato Moise Kean e l’altro infortunato Marley Aké, che dovrà stare fermo 2 mesi per una frattura al perone destro. Perciò sarà emergenza anche sulla corsia mancina, dove con Chiesa ancora out (rientro previsto tra settembre e ottobre) Allegri non ha un esterno alto di ruolo. La soluzione è cambiare fascia a Juan Cuadrado, che ha già giocato a sinistra durante la tournée ed è stato promosso dall’allenatore.

Precedente Milan in lutto: addio a Vecchi, storico preparatore dei portieri Successivo Inter, quanto costa l'addio di Sanchez

Lascia un commento