Juve-Barça 2-2: doppietta di Kean. Bene Bremer, Di Maria show, Vlahovic riposa

I bianconeri rispondono due volte a Dembelé. Allegri piazza Rovella in cabina di regia. Fra i blaugrana uno spento Lewandowki, due traverse colpite da Raphinha e Ansu Fati

Dalla nostra inviata Fabiana Della Valle

27 luglio – DALLAS (Usa)

Un buon pareggio per la Juventus contro il Barcellona: senza Vlahovic, rimasto ancora in panchina per tutta la partita, il protagonista è Moise Kean, che risponde alla doppietta di Dembele con due gol di destro. Buono il debutto da titolare di Bremer, ancora in grande spolvero Di Maria, acquisto preziosissimo.

Doppio Dembelé

—  

Allegri sostituisce Pogba con Locatelli e piazza Rovella in cabina di regia. Vlahovic parte ancora in panchina, nel tridente tocca a Kean stavolta fare il centravanti, con Di Maria a destra e Cuadrado a sinistra. Xavi risponde con Kessie a centrocampo e Dembélé nel tridente con Aubameyang e Lewandowski. L’inizio è tutto griffato Barcellona: spagnoli padroni del campo e Juve imbrigliata nel pressing blaugrana. Il Barça si fa subito pericoloso con 4 tiri di pochi minuti: ci provano Dembélé, Lewandowski, Kessie e Aubameyang. Per la Juventus invece il più vivace è Di Maria, che con le sue percussioni fa sempre male. Il Barcellona davanti fa paura soprattutto con Dembélé e non a caso la rete del vantaggio esce dal suo piede: Alex Sandro si fa saltare e la botta in diagonale è imprendibile. Poco più di 5 minuti dopo fa il bis partendo ancora da destra: stavolta a farne le spese sono Cuadrado e Locatelli. In mezzo però c’è la rete bianconera, con Kean che di destro anticipa Eric Garcia e Al 34’ gol di Dembélé che si beve Alex Sandro e con una botta in diagonale porta in vantaggio i blaugrana.

Kean e Perin

—  

La partita è bella e vivace e i cambi del secondo tempo non la spengono. Un po’ in ombra Lewandowski, marcato molto bene da Lewandowski, la Juventus invece s’accende nuovamente con Kean, che trova la doppietta nella ripresa: ottimo l’assist di Zakaria, in crescita rispetto alla partita con il Chivas. Il Barcellona cerca il gol in tutti i modi ed è pure sfortunato, perché colpisce due traverse con Raphinha e Ansu Fati, poi negli ultimi minuti tocca a Perin sporcarsi i guantoni su Depay con una doppia parata che fissa il risultato sul 2-2. La Juventus soffre ma resiste. Prossimo appuntamento contro il Real nella notte tra il 30 e il 31 a Los Angeles.

Precedente Kvaratskhelia: "Non vedo l'ora di giocare la Champions. Spalletti un maestro" Successivo Palomino positivo al doping: guai in casa Atalanta/ Sostanza proibita è nandrolone

Lascia un commento