Juve, Allegri: “Chiellini torna nel derby, Chiesa può fare la punta”

TORINO – È una Juve in netta ripresa quella che domani, sabato, alle 18 sfida il Torino nel derby della Mole numero 153 in Serie A. I bianconeri sono infatti reduci da due vittorie consecutive in campionato, entrambe per 3-2, contro Spezia e Sampdoria. Poi, mercoledì, è arrivato il prestigioso successo in Champions League contro i campioni d’Europa del Chelsea. Rinfrancato dagli ultimi risultati, Massimiliano Allegri si tuffa nel derby: “Domani ritornano i tifosi allo stadio – le parole dell’allenatore della Juventus in conferenza stampa – dobbiamo sistemare la classifica e dobbiamo darci un altro colpettino. Juric sta facendo un ottimo lavoro e soprattutto ha trasmesso alla squadra dei concetti che incarnano molto lo spirito del Toro. Sarà una partita complicata, servirà pazienza. Il Torino è la squadra che ha concesso meno tiri alle avversarie, quando abbassa un po’ i ritmi fa comunque sempre le stesse cose“.

Allegri: "Formazione? Vi dico due titolari"

Guarda il video

Allegri: “Formazione? Vi dico due titolari”

Chiesa può fare il centravanti

Allegri dà qualche anticipazione sulla formazione della Juve: “Giocano sicuramente Szczesny e Chiellini. Per gli altri devo vedere oggi, qualcuno ieri era più stanco di altri, abbiamo ancora tempo di recuperare. Vediamo, chi sta meglio fisicamente sicuramente andrà in campo“. Arthur dovrebbe tornare tra i convocati: “Ieri ha fatto il secondo allenamento con la squadra. Può darsi che domani sia lui che Kaio Jorge vengano in panchina perché può esserci bisogno. Arthur è un giocatore di palleggio che tecnicamente può darci una mano“. Quando gli chiedono se, quella vista contro il Chelsea, è finalmente la Juventus di Allegri, risponde: “Non è la Juve di Allegri, perché avevamo delle assenze importanti. Mercoledì abbiamo scoperto che Chiesa in certe partite può giocare da centravanti. Mercoledì è andata bene, domani dovremo fare una partita diversa“.

Juve, è festa sui social dopo il Chelsea: "Che vittoria!"

Guarda la gallery

Juve, è festa sui social dopo il Chelsea: “Che vittoria!”

Il rendimento di Alex Sandro e Bernardeschi

L’allenatore bianconero si sofferma poi sul rendimento dei alcuni suoi uomini: “Alex Sandro è un giocatore di valore assoluto, ci sono annate in cui fai meglio e altre in cui fai meno bene. Ormai lo conosco da anni, è un giocatore di valore, titolare della nazionale brasiliana, non si scopre certo ora. Sono molto contento per la squadra e per l’ambiente, dopo mercoledi si è sentita la passione del pubblico. Bernardeschi mercoledì ha fatto una bella partita, ma ho sempre detto che per lui è una questione fisica. Poi, all’interno della sua prestazione, ha messo un assist bellissimo, ma non si deve accontentare di quella. Quello che è stato fatto mercoledì va messo da parte, da oggi la testa deve essere al derby perché dobbiamo recuperare la classifica. La prima sosta l’abbiamo passata male, cerchiamo di passare questa in maniera migliore“.

Allegri: "Nel derby dobbiamo sistemare la classifica"

Guarda il video

Allegri: “Nel derby dobbiamo sistemare la classifica”

Battere il Torino per risistemare la classifica

Quando gli chiedono se Bentancur e Locatelli sono una certezza del centrocampo, si mostra prudente: “Non hanno mai gestito un centrocampo da soli. Bentancur ha più bisogno di qualcuno che gli dia una mano nella gestione del pallone. Più giocano insieme e più si conoscono e meglio giocheranno“. Poi conclude con un’osservazione sulle differenze tra il match vinto con il Chelsea e il derby con il Torino: “Noi dobbiamo considerare il momento: in campionato siamo in ritardo, per noi sono piccole finali per risistemare la classifica e domani possiamo farlo. Il Torino ha preso solo 6 gol, e non succedeva da anni, quindi giocare contro di loro non è facile, ma è una partita diversa da quella contro il Chelsea“.

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Precedente Malcuit: "Deluso. Napoli, rialza la testa contro la Fiorentina" Successivo Sassuolo-Inter, equilibrio nei precedenti: 7 vittorie a testa e molti gol

Lascia un commento