Juric torna a Verona: “Bremer non ci sarà, deve curarsi”

L’allenatore dei granata per la prima da avversario al Bentegodi: “Al Torino sono felice e su Belotti…” . A destra Aina al posto di Singo

Alla vigilia della partenza per Verona, Ivan Juric regala due anticipazioni di formazione nell’incontro con i cronisti. La prima: “Al centro della difesa giocherà Zima al posto di Bremer. Gleison adesso deve riposarsi, non ci sarà nelle ultime due partite – spiega il tecnico granata -: da diverse settimane convive con un dolore alla caviglia ma ha dovuto spesso stringere i denti per le esigenze del campionato, adesso è giusto che si fermi, si riposi e si curi”. La seconda: “Sulla fascia destra ci sarà Aina al posto di Singo. Anche Wilfried è l’esempio di un altro giocatore che non si è mai tirato indietro durante l’anno e che ha stretto i denti: è stato giusto che si operasse anticipando un po’ i tempi, così arriverà pronto per lavorare in ritiro”.

Più in alto possibile

—  

Domani Juric tornerà per la prima volta da avversario a Verona: “Sarà un grandissimo piacere ritrovare tutto l’ambiente, i giocatori e le persone con cui ho lavorato. A Verona mi sono trovato più che bene, sono stato molto felice – racconta -. Ho vissuto due anni molto intensi, nei quali ci ho messo tantissimo cuore: non rimpiango la scelta di un anno fa di essere andato via, perché ero arrivato a un punto in cui avevo bisogno di cambiare. Ma, guardando indietro, è stato bellissimo costruire tutto quello che abbiamo costruito. Mi rende felice vedere che lì c’è ancora il mio spirito: sono molto soddisfatto di quello che ho visto anche quest’anno, di come hanno giocato. Igor (Tudor, ndr) ha fatto un lavoro splendido, ha continuato e ha aggiunto”. D’accordo i sentimenti, ma Juric vuole che il suo Toro domani dia il massimo. “E’ importante fare sempre il massimo e non accontentarsi. Abbiamo grandi motivazioni per arrivare il più in alto possibile in classifica. Il Verona vuole fare il record dei punti, quindi noi dobbiamo essere pronti mentalmente e fisicamente. Altrimenti la perderemo”.

“Al Toro sono felice”

—  

Il Verona è il suo passato, il Toro è il presente e il futuro. “Al Toro sono felice, soddisfatto e contento: abbiamo fatto un primo anno di cui sono molto soddisfatto. Abbiamo fatto molto bene. Considerando che è stato il primo anno, abbiamo giocato un campionato alla grande: abbiamo fatto grandissimi passi in avanti. Sono state messe le basi per quello che dovrebbe essere e su queste basi dobbiamo lavorare per migliorare: siamo un Toro in costruzione”. Le ultime considerazioni sono sui singoli. Si parte da Brekalo: “Ha fatto un periodo molto positivo, poi un altro non tanto positivo. Il riscatto? Vedremo tutto in questi giorni”. Passa a Pellegri: “Sul suo riscatto ancora non abbiamo deciso: è ancora troppo presto per fare previsioni sul futuro. Per domani a Verona invece è da valutare perché ha avuto un problema qualche giorno fa”. L’ultima è su Belotti: “Nei prossimi giorni si saprà tutto”.

Precedente Spalletti: "Servono tifosi che ci rispettino, vogliamo un ambiente pulito" Successivo TMW - La Vis Pesaro verso il cambio di guida tecnica: piace il profilo dell'ex Pontedera Maraia

Lascia un commento