Juric: “Peccato, ma la strada è giusta. Le assenze? Faremo comunque un gran derby”

Il tecnico granata: “Dobbiamo crescere in alcune situazioni, ma alleno un grande gruppo. Con la Juve mi aspetto una grande partita”

Ivan Juric offre la consueta analisi lucida dopo il pareggio di Venezia. “Al di là dell’errore di Djidji, non riconosciamo bene le situazioni quando l’avversario cambia, magari anche io potevo fare qualcosa di più per aiutare la squadra. Ci arriveremo. Fin qui ci ha anche girato un po’ male, se pensiamo all’occasione di Mandragora nel recupero. Abbiamo gli stessi punti della Juve? Tra Atalanta e Lazio ne meritavamo almeno 3 in più, abbiamo fatto una brutta partita solo a Firenze, anche oggi siamo andati bene al di là delle assenze in attacco. Quando hai giocatori forti che dalla panchina ti possono cambiare la gara, può essere un fattore importante. Tatticamente potevo anche chiudermi di più e impostare ritmi più bassi, anche se non ho la controprova”.

VERSO IL DERBY

—  

“La Juve – prosegue Juric proiettandosi sul derby – ha talenti incredibili, molto giovani e forti. Non so cosa sia successo all’inizio, ma ora si sono sistemati e cominciano a vincere. Cercheremo di vincere e di fare una grande gara anche se ci mancano tanti giocatori. E non credo neppure che ne recupereremo qualcuno a parte Aina. E in più non avremo Djidji. Brekalo? E’ arrivato l’ultimo giorno di mercato, si sta inserendo bene e può fare anche qualcosina in più, perché è un ’98 che può migliorare molto. Oggi ha fatto lo stesso gol che aveva fallito a Sassuolo. Sarebbe bello arrivare a fine anno trovando la giusta continuità, la strada è questa, con questo spirito e questa voglia, anche se avremo momenti complessi. Poche volte ho lavorato con un gruppo così disponibile, vogliamo mantenere questo entusiasmo nella nostra gente fino alla fine”.

Precedente Venezia, Zanetti: "Abbiamo dimostrato di essere da Serie A" Successivo Zanetti: "Bravi a tirare fuori il carattere. Perdere oggi sarebbe stato un dramma"

Lascia un commento