Jorginho: “Stavo per andare al City. Al Chelsea per Sarri”

Napoli? Ho adorato quella città e quella squadra. Dopo sei mesi lì avevo iniziato a impormi, ma commisi l’errore di andare in vacanza in Islanda e in Brasile e mi fermai per trenta giorni. Al mio ritorno ho perso il mio posto e Benitez aveva ragione a scartarmi. L’arrivo di Sarri poi ha cambiato tutto. Ero pronto ad andarmene, ma mi ha dato una chance e nel suo sistema di gioco mi sono inserito alla perfezione. È stato fantastico, anche se mi porto dietro il grande rammarico di non aver vinto lo Scudetto nel 2017-2018“. Ai microfoni di France Football, Jorginho, regista del Chelsea e della Nazionale italiana, che non ha staccato il pass per i Mondiali di Qatar 2022 ieri sera contro la Svizzera proprio a causa di un suo errore dal dischetto, ricorda le quattro stagioni disputate con la maglia del Napoli.

Jorginho: “Al Chelsea per Sarri. Pallone d’Oro? Non è un’ossessione”

È stato Sarri a volermi al Chelsea. Ero in trattativa col Manchester City, già mi vedevo giocare con la maglia dei Citizens, ma i Blues hanno insistito e oggi sono veramente felice qui”. Sul Pallone d’Oro: “Non è un’ossessione per me. Mi piace di più concentrarmi sul presente, anche se ovviamente sarebbe un sogno vincerlo“.

Jorginho e il dischetto che pesa, Italia-Svizzera 1-1

Guarda il video

Jorginho e il dischetto che pesa, Italia-Svizzera 1-1

Precedente Kenya: è stato arrestato il presidente della Federcalcio Nick Mwendwa Successivo Lazio, Immobile out con la Juve. Il Messaggero: "Sarri sceglie il vice-Ciro: tocca a Pedro"

Lascia un commento