Jack Clarke, ecco chi è l’inglese seguito dalla Lazio

Sedici milioni di sterline: ecco l’offerta presentata dalla Lazio per Jack Clarke, ala destra, ventitré anni, inglese, scoperto in passato da Marcelo Bielsa nel Leeds e lanciato da José Mourinho nel Tottenham. Ora gioca in Championship (serie B) con il Sunderland, dove sta crescendo Jobe Bellingham, classe 2005, trequartista o mezzala, fratello di Jude, l’artista del Real Madrid. Tredici gol e tre assist in campionato con la maglia numero venti dei Black Cats: Clarke è l’ultima idea della Lazio per completare l’attacco. Viene seguito da agosto, l’ha studiato anche Sarri, che aveva consigliato Rafa Silva, classe 1993, contratto in scadenza a giugno, sette trofei e 83 reti con il Benfica dal 2016.

IL MURO – Età e caratteristiche: Clarke rientra nel profilo tracciato dalla Lazio. L’ostacolo riguarda i costi, perché Kyril Louis-Dreyfus, imprenditore francese e proprietario del Sunderland, lo valuta intorno ai venticinque milioni di sterline. E ha fatto capire che ora non ha intenzione di stravolgere la squadra, allenata da Michael Beale e settima in classifica, in piena corsa per guadagnarsi un posto nei play-off che portano in Premier League. Posizione ribadita sabato pomeriggio, dopo la vittoria per 3-1 sullo Stoke City, dal direttore sportivo Kristjaan Speakman. Jack Clarke è nato a York il 23 novembre del 2000, è alto un metro e 81, è un destro naturale. Scatto, dribbling, può giocare anche sulla fascia sinistra. Ha lavorato con Bielsa e con Mourinho, ma non ha mai debuttato in Premier. Tre presenze nelle coppe europee.

LA SFIDA CON RASPADORI – Ha iniziato la carriera nel Leeds, il Tottenham lo aveva acquistato nel 2019 per undici milioni. Ha giocato in prestito anche nel Queens Park Rangers e nello Stoke City. E’ arrivato al Sunderland nell’inverno del 2022: prestito con diritto di riscatto, esercitato poi a luglio. Si era distinto anche nella scorsa stagione, sempre in Championship: nove gol e dodici assist, fino alla semifinale dei playoff persa con il Luton Town (2-1 e 0-2). E’ una punta da 4-3-3, ha un contratto che scade nel 2026 e viene gestito dalla Sports Management International. Ha fatto parte della nazionale inglese Under 20, il tecnico era Keith Downing: sei presenze e un gol alla Svizzera. Il 10 ottobre del 2019 aveva sfidato l’Italia baby a Parma: tra gli azzurri giocavano Buongiorno, Colpani e Raspadori. La partita terminò 2-2.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Coppa d’Africa, le formazioni di Senegal-Costa d’Avorio: Ndicka dal 1’. Kouame in panchina Successivo Diretta Salernitana-Roma, segui la partita di oggi LIVE