Italiano: “Gol Verona irregolare”. Baroni: “Siamo vivi, ora fino in fondo”

Una gara dalle mille emozioni, ma anche dalle polemiche dopo il triplice fischio. Hellas Verona-Fiorentina finisce 2-1, con i gialloblù che con i 3 punti odierni si avvicinano alla salvezza. Soddisfazione da un lato, frustrazione dall’altro: se Marco Baroni si dice esaltato per la vittoria odierna, Vincenzo Italiano è rammaricato e sottolinea come il gol vittoria siglato da Noslin sia, a suo avviso, irregolare per un precedente tocco di mano di Lazovic, nonostante la rete sia stata poi convalidata dal VAR.

Fiorentina, Italiano e il gol di Noslin

Così il tecnico viola a Dazn: “Siamo andati in svantaggio per colpa di una nostra ingenuità. Poi, però, abbiamo ripreso il pallino del gioco in mano, saremmo potuti passare anche in vantaggio. Nella ripresa si poteva fare di più, però la seconda rete del Verona nasce da un fallo di mano netto di Lazovic, che fa cambiare direzione al pallone. Non voglio attaccarmi a qualcosa, ma per svariati motivi la partita era in equilibrio. Siamo dispiaciuti: non volevamo perdere e invece… Gli episodi sono girati a nostro sfavore“.

Poi torna sull’errore in occasione del primo gol del Verona, con un calcio di rigore concesso ingenuamente: “Questi tipi di sbagli non potremo farli mercoledì (in Conference League, ndr). Giocheremo in un campo con un tifo caldo, il Bruges vorrà raddrizzare l’esito della qualificazione: dovremo stare attenti“.

Baroni: “Verona, ora andiamo fino in fondo”

Di tutt’altro umore Baroni, che si è espresso così in sala stampa: “Vittoria importante perché arrivata contro un avversario di valore, una squadra che se la fai giocare ti rende le cose complicate. Grande spirito di sacrificio da parte dei ragazzi: li abbiamo presi alti, non era semplice ma la squadra si è spesa al meglio, giocando la partita che serviva“.

Ritenevo giusto che fossero i calciatori a salutare i tifosi, oggi c’era una grande energia, i tifosi ci hanno sostenuti. Tutti quanti insieme dobbiamo portare in fondo questo campionato: la squadra è presente, è viva. In un campionato complicato i tifosi ci sono sempre stati accanto, e ora dobbiamo arrivare fino in fondo con loro. I ragazzi guardano le partite delle altre squadre, ma io cerco di proiettarli solo su di noi: nulla ci è dovuto“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Calcio, il Governo finalmente ci mette mano, dopo anni di perdite e scandali, probabile un rimpasto senza crisi. Successivo Giroud si divora un gol durante Milan-Genoa, la reazione di Ibra è virale

Lascia un commento