Italia Under 17, i convocati di Corradi per l'Europeo

Inizia l’avventura europea per la Nazionale Under 17. Dopo tre giorni di raduno trascorsi al CPO dell’Acquacetosa, i 20 Azzurrini convocati da Bernardo Corradi venerdì 13 maggio, dall’aeroporto di Fiumicino, raggiungeranno Tel Aviv per partecipare alla rassegna continentale che scatterà il 16 maggio per terminare il 1° giugno, giorno della finale. L’Italia è stata inserita nel Gruppo A e il primo match sarà contro la Germania, lunedì 16 maggio, gara di apertura della fase finale del campionato; seguiranno i padroni di casa di Israele il 19 per poi chiudere la fase a gironi il 22 maggio contro il Lussemburgo. Si qualificano ai quarti di finale le prime due di ogni girone. Il tecnico azzurro ha dichiarato: “Le aspettative sono alte e sono date dal percorso fatto finora nei due turni di qualificazione. Questa esperienza internazionale li ha maturati e hanno capito che le partite vanno interpretate a seconda di come si presentano“. Sull’esordio contro la Germania: “Partiamo col botto, e partire bene nelle manifestazioni di questo livello, significa essere a metà dell’opera. Certo, iniziamo con una delle squadre più accreditate per la vittoria finale ma, sono sicuro, noi non saremo da meno. I ragazzi, lo staff, tutto il gruppo è carico e consapevole delle proprie capacità: questo è il miglior presupposto per far bene.”

La lista dei convocati

Portieri: Francesco Borriello (Parma), Federico Magro (Lazio);

Difensori: Fabio Christian Chiarodia (Werder Bremen), Giovanni D’Aprile (Torino), Saverio Domanico (Juventus), Mattia Malaspina (Milan), Filippo Mane (Dortmund), Filippo Saiani (Spal), Nicolò Serra (Torino);

Centrocampisti: Kevin Bruno (Sassuolo), Aaron Ciammaglichella (Torin), Luca Di Maggio (Inter), Luca Lipani (Genoa), Vincenzo Onofrietti (Dortmund), Fabio Parravicini (Spal), Daniele Quieto (Inter);

Attaccanti: Alessandro Bolzan (Roma), Marco Delle Monache (Pescara), Alessio Vacca (Juventus), Francesco Pio Esposito (Inter).

Precedente Vlahovic, messaggio d'amore alla Juve: "Voglio riportarti in Paradiso" Successivo Juve nervi tesi all'Olimpico. Prima nello spogliatoio, poi fra Nedved e Agnelli

Lascia un commento