Italia U21, Nicolato sulle accuse svedesi: “Non siamo razzisti”

PISA – Dopo l’intervento da parte della Figc e la chiusura dell’indagine per mano della Uefa, il ct dell’Under 21 Paolo Nicolato ha voluto terminare la polemica sulla questione dei presunti insulti razzisti ad Anthony Elanga, l’esterno della nazionale svedese che, il 12 ottobre scorso, aveva pareggiato 1-1 a Monza con gli Azzurrini, in una partita valida per le qualificazioni agli Europei. “Abbiamo grande rispetto di tutti e voglio che i miei giocatori rispettino tutti, non c’è altro. Non saprei che riflessione fare – ha aggiunto Nicolato in conferenza stampa in vista della trasferta in Irlanda – nel modo di essere e nel comportamento abbiamo sempre dimostrato quello che siamo”. Venerdì al ‘Tallaght Stadium’ di Dublino (diretta Rai2, ore 18.30) andrà in scena il match valido per le qualificazioni agli Europei Under 21, ed oggi la preparazione della squadra è partita con una una doppia seduta.

Gol di Lucca, ma l'Italia Under 21 è beffata dalla Svezia

Guarda la gallery

Gol di Lucca, ma l’Italia Under 21 è beffata dalla Svezia

Assenti Sandro Tonali e Riccardo Calafiori

Nicolato non potrà avere a disposzione il difensore della Roma Riccardo Calafiori, che è infortunato, e Sandro Tonali chiamato da Roberto Mancini per la Nazionale maggiore. “L’assenza di Tonali pesa, è un giocatore di grande livello tecnico e caratteriale. Per noi deve diventare uno stimolo, ma non potevamo dire di no – ha aggiunto il ct degli Azzurrini – andremo verso un centrocampo a tre con qualche piccola variante. Il capitano sarà Marco Carnesecchi, con me da molto tempo. Sarei molto contento di ripetere le ultime prestazioni, mi piace la squadra e spero che continui a giocare così, è un gruppo stimolante e spero che in una trasferta difficile possano confermare i loro valori. La rosa? Per ora non ci sono grandi margini per allargare il gruppo, un limite è questo, che dipendiamo troppo da un numero limitato di giocatori. Sicuramente – ha concluso Nicolato – i campionati non ci stanno mostrando grandi novità, e noi di sicuro abbiamo la necessità di ampliare la rosa”.

Tonali l'insostituibile, ecco perché Pioli non può farne a meno

Guarda il video

Tonali l’insostituibile, ecco perché Pioli non può farne a meno

Precedente Senza Chiesa dal 1' la Juve non vince: le richieste di Max e un rapporto ancora a metà Successivo Dolberg salta le qualificazioni: "Ho il diabete, ma curandomi non smetterò di giocare"

Lascia un commento