Italia-Svizzera: cosa succede se vinciamo, pareggiamo o perdiamo. Tutti gli scenari possibili

Stasera, venerdì 12 novembre, si gioca Italia-Svizzera, partita decisiva per la qualificazione al Mondiale. Andiamo con ordine. L’Italia è nel gruppo C. Gli azzurri, quando mancano solo due partite, hanno gli stessi punti della Svizzera ma, almeno per il momento, possono vantare una differenza reti migliore.

Questa la classifica:

  • Italia 14
  • Svizzera 14
  • Bulgaria 8
  • Irlanda del Nord 5
  • Lituania 3

Dopo la Svizzera l’Italia giocherà il 15 novembre a Belfast (dove tra l’altro perdemmo la qualificazione al Mondiale nel 1958) contro l’Irlanda del Nord, già fuori dai giochi. Se l’Italia non arriverà prima, come già successo contro nelle scorse qualificazioni, allora dovrà giocarsi il tutto per tutto ai playoff.

Cosa deve fare l’Italia per qualificarsi

Se l’Italia batterà la Svizzera la situazione si farebbe davvero agile. L’Italia contro l’Irlanda del Nord potrebbe permettersi di gestire con calma il tesoretto. La Svizzera dopo l’Italia se la dovrà vedere contro la Bulgaria.

Se l’Italia dovesse pareggiare la situazione si farebbe complicata. A decidere il girone infatti sarebbe con tutta probabilità la differenza reti. Differenza reti per ora a favore degli azzurri (11-9). 

L’Italia in pratica dovrebbe restare con la radiolina accesa in panchina durante la sfida contro l’Irlanda del Nord.

Se l’Italia dovesse perdere allora il primo posto sarebbe praticamente compromesso. In caso di sconfitta, infatti, sarebbe davvero improbabile raggiungere la Svizzera nell’ultima giornata salvo clamorose sorprese e eventi fortuiti.

Insomma: l’Italia per restare tranquilla stasera dovrebbe vincere e basta. Il pareggio comunque alimenterebbe pressioni e farebbe tornare in mente la maledetta notte di San Siro contro la Svezia.

In caso di perfetta parità allora… 

Una curiosità.

Se Italia e Svizzera dovessero pareggiare 0-0 e se nell’ultima giornata l’Italia vincesse soltanto di misura contro l’Irlanda del Nord mentre la Svizzera riuscisse a vincere 3-0 allora si arriverebbe in una situazione di perfetta parità. Se poi i cartellini restassero in perfetta parità come ora (quindi con un fair play uguale) allora non resterebbe che il sorteggio.

Precedente Brasile-Colombia, Cuadrado e le urla contro Neymar: “Bugiardo, bugiardo” Successivo Quest'attacco va a 2000! Raspadori, Lucca e Alvarez al centro del mercato

Lascia un commento