Italia, sei al top: Serie A miglior torneo del 2023. Sorpassate Premier e Liga

Stilata la prestigiosa classifica Iffhs. Merito delle tre finali nelle coppe europee. Nel 2022 il nostro campionato aveva chiuso al quinto posto

Dal nostro corrispondente Filippo Maria Ricci

25 gennaio – 15:30 – MADRID

L’ottimo percorso europeo delle squadre della Serie A nella scorsa stagione porta con sé un riconoscimento internazionale per il 2023 e una speranza per il 2024. Come ogni anno la Iffhs, la Federazione internazionale di storia e statistica del calcio, ha stilato la classifica dei migliori campionati del mondo, e la Serie A ha conquistato il primo posto davanti alla Premier e alla Liga. Rispetto al 2022, chiuso al quinto posto, il nostro campionato ha scalato 4 posizioni togliendo il trono a un’altra Serie A, quella brasiliana, scivolata al quarto posto. I criteri sono ovviamente statistici, e i numeri rispecchiano le fortune delle nostre squadre nel percorso europeo dello scorso anno chiuso con le finali continentali conquistate (e perse) dall’Inter, dalla Roma e dalla Fiorentina e impreziosito dalle buone prestazioni di Milan e Napoli in Champions.

l’entusiasmo della lega

—  

E infatti dalla Lega traspare un comprensibile entusiasmo, anche in chiave futura: «Il riconoscimento di lega sportiva migliore al mondo del 2023 assegnato da Iffhs assume per noi una grande importanza – ha commentato l’amministratore delegato della Lega Serie A Luigi De Siervo – perché certifica il sorpasso sulla Premier League inglese e sulla Liga spagnola. Questo risultato nasce dal grande lavoro svolto da tutta la Serie A e dagli ottimi risultati dei nostri club che dopo il raggiungimento delle tre finali europee nella scorsa stagione è proseguito anche nei mesi successivi, quando tutte le nostre formazioni sono rimaste in corsa nelle coppe europee. E’ un riconoscimento serio e importante che conferma la grande crescita degli ultimi mesi della Serie A come prodotto per i broadcaster e come piattaforma di comunicazione e marketing per i nostri partner commerciali». Il vento è cambiato, ed è rimasto nelle ampie vele dei nostri club.

anno cruciale

—  

Già, perché se il 2023 è alle spalle, il 2024 è un anno cruciale per il calcio europeo. A settembre partirà la nuova Champions, e nel grande rinnovamento della competizione c’è anche il passaggio dalle attuali 32 squadre a 36. Quattro posti in più, due dei quali assegnati in base alle prestazioni delle squadre dei vari campionati nell’attuale stagione europea. E i club della Serie A sono partiti in tromba. Ok, il Milan ha perso il suo posto in Champions, ma è scivolato in Europa League e così la Serie A ha ancora in corsa tutte le squadre che si sono presentate ai nastri di partenza europei in settembre: 7 su 7. La Bundesliga ha perso un pezzo, 6 su 7, Premier League e Liga due, 6 su 8. Bene anche la Francia, 6 su 6, ma la Ligue 1 al momento non è il campionato contro il quale lottiamo per conquistare la quinta squadra per la prossima Champions.

scontri diretti

—  

Al momento la Serie A guida il ranking stagionale stilato dalla Uefa con 14.000 punti, davanti alla Bundesliga (13.642), alla Premier League (13.625), alla Liga (12.687) e al torneo della Repubblica Ceca (12.000). Siamo alle porte delle sfide ad eliminazione diretta e se il Milan affronta una francese (il Rennes) in Champions per le nostre squadre sono tutte sfide con campionati in diretta concorrenza nel ranking: la Lazio con il Bayern, Inter e Napoli con Atletico Madrid e Barcellona. E fortuna che Real Madrid-Lipsia toglierà di mezzo una squadra della Bundesliga o una della Liga. La stagione è ancora lunga, ma i numeri del 2023 che ci hanno portato alla leadership nella classifica dell’Iffhs sono incoraggianti.

Precedente Thiago Motta: "Stimo Maignan, spero che gli ignoranti paghino" Successivo Asllani, a Firenze serve la svolta: da titolare non ha ancora convinto

Lascia un commento