Italia, Grifo dopo la mancata convocazione: "È stato come pugno in faccia"

L’attaccante esterno del Friburgo Vincenzo Grifo ha parlato al canale televisivo tedesco Sport1. Il calciatore, in Germania da molte stagioni e convocato in azzurro in molte partite dal ct Mancini, dopo la vittoria dell’Italia agli Europei ha voluto rilascaire questa dichiarazione: “Per me non partecipare agli Europei è stato molto doloroso, come un pugno in faccia. Ho avuto bisogno di qualche giorno per elaborare la delusione della mancata convocazione. La mia famiglia e i miei amici mi hanno aiutato, dicendomi di essere comunque orgoglioso di quel che ho fatto. Mancini mi ha chiamato e mi ha detto, con un discorso rapido, che non rientravo nei suoi piani. Credo sia stato difficile anche per lui prendere la decisione. Non l’ha motivata concretamente, ma apprezzo che mi abbia telefonato di persona. In fin dei conti ha fatto tutto bene, ha azzeccato ogni decisione. Il successo dell’Italia è stato meritato, fin dal primo momento“.

Precedente Cagliari, Semplici: "Ripartiamo dal finale dello scorso campionato" Successivo Fiorentina, ecco Italiano: "Porterò cuore e identità"

Lascia un commento