Italia, Florenzi: “Francia favorita, Mbappé il migliore”

FIRENZE – “Sono notti diverse rispetto a cinque anni fa, sono molto voglioso di giocare questi Europei dopo tanto tempo. Ci stiamo preparando al meglio e siamo molto carichi per iniziare la competizione. Tornare all’Olimpico? Mancavano a tutti, sono sempre pochi 15mila in uno stadio da 80. Sarà una bella emozione tornar in un campo che mi ha visto crescere e dare tanto. Speriamo di fare un bel cammino“. Lo ha dichiarato Alessandro Florenzi, difensore della Nazionale, in conferenza stampa dal ritiro azzurro di Coverciano in vista degli Europei. 

Italia "in bici" verso Euro 2020, sotto lo "sguardo" di Gigi Riva

Guarda la gallery

Italia “in bici” verso Euro 2020, sotto lo “sguardo” di Gigi Riva

Italia, le parole di Florenzi in conferenza

Il giocatore più forte del torneo è Kylian Mbappé e lo so bene perché l’ho visto da vicino tutto l’anno. La Francia è la nazionale favorita anche per il Mondiale che ha vinto nel 2018, ma vincere non è scontato nè facile, soprattutto in una competizione dove possono essere i dettagli a fare la differenza, ci sono altre Nazionali che possono insidiarla e tra quelle ci siamo anche noi. Sappiamo che sarà dura, ci sono tante squadre pronte a darsi battaglia, ma noi speriamo di fare un grande Europeo e di mettere in campo quello che stiamo provando, con l’obiettivo di dare una gioia ai nostri tifosi“, ha aggiunto Florenzi.

Euro2020, la guida completa

Florenzi su Donnarumma e vaccini

Florenzi ha poi parlato anche di Donnarumma: “Donnarumma al Psg? Nessuno deve dargli consiglio, la vita è la sua. sicuramente sceglierà quello che per lui è la cosa migliore per il suo futuro“. Poi, sui vaccini: “Noi privilegiati con il vaccino? Sicuramente lo siamo stati, ma non voglio immaginare cosa sarebbe successo se ci fosse stato un positivo adesso come è successo alla Spagna. Tra l’altro io non l’ho fatto perché ho avuto il Covid. Ringraziamo tutte le istituzioni che hanno fatto si di farci giocare un Europeo in sicurezza”.

Euro2020, i convocati di Mancini

Florenzi su De Rossi, Turchia e Mourinho

Su Daniele De Rossi: “Ha tutto per diventare un grandissimo allenatore e quando dico tutto non dico solo le basi calcistiche, ma parlo anche di empatia. Ci sono allenatori di serie A che quando entrano in sintonia coi giocatori possono anche non fare nulla di tattica. Lui è uno che quando era calciatore ti entrava diretto nella testa per farti capire una cosa. Spero che diventi presto allenatore, essere allenati da lui sarebbe davvero figo“. Sulla Turchia: “Ha giocatori forti, davanti hanno Yilmaz che ha fatto una stagione molto buona purtroppo. Sono ben organizzati ma abbiamo iniziati a studiarli. Ci stiamo preparando con tanta voglia di fare bene. Noi abbiamo forse più qualità del 2016 ma dobbiamo dimostrarlo in campo”. Infine, su Mourinho: “Essere allenato da Mourinho? Non ci ho ancora pensato, lo farò più in là. Ora penso solo all’Europeo. La Francia mi ha insegnato ad entrare in uno spogliatoio più forte, mi ha dato tanto con un’altra esperienza internazionale. Mi ha reso un giocatore migliore e mi ha affermato come un giocatore forte”.

Gli Azzurri si allenano in campo senza Sensi

Guarda il video

Gli Azzurri si allenano in campo senza Sensi

Precedente Guida completa agli Europei: le novità e le regole Successivo Diretta Francia Bulgaria/ Streaming video tv: amichevole abbordabile per i Bleus

Lascia un commento