Italia, eliminazione amara: il Belgio vince 1-0 e passa ai quarti

Le Azzurre lottano alla pari ma vanno sotto nella ripresa, poi Girelli colpisce la traversa e il portiere belga è decisivo

Game over. L’Europeo della Nazionale femminile è già finito. Contro il Belgio, a Manchester, serviva una vittoria unita a quella della Francia con l’Islanda. Se le francesi hanno pareggiato (1-1), l’Italia ha perso 1-0 e se ne torna a casa con il misero bottino di un punto in tre partite. Se l’Europeo del 2017 era finito dopo un girone con Germania e Svezia (oltre alla Russia), il rammarico più grande è che questo girone dominato dalla Francia era alla portata dell’Italia, che è invece arrivata in Inghilterra con troppe giocatrici non al 100% e ha pagato una fragilità mentale causata probabilmente dal debutto da incubo con la Francia. La prima stagione con il calcio femminile professionistico poteva e doveva iniziare in maniera migliore, soprattutto per quelle che erano le premesse e per come l’Italia si presentava dopo il Mondiale del 2019.

PRIMO TEMPO

—  

Bertolini, alla fine, ha iniziato senza Sara Gama, il capitano e il leader di questa Nazionale: tre quarti di difesa della Roma (Di Guglielmo, Bartoli, Linari) più Boattin. Rosucci davanti alla difesa nel 4-1-4-1 azzurro, con Bergamaschi, Giugliano, Simonetti e Bonansea e la sola Girelli (capitano) davanti. Nel Belgio, out De Neve in difesa, squalificata Tysiak, con Serneels che ha arretrato Biesmans, di ruolo centrocampista, accanto a Kees. Di Girelli la prima conclusione dopo 50 secondi, disinnescata da Evrard. La notizia dell’immediato vantaggio della Francia sull’Islanda è arrivata in campo, ma l’errore di Linari poco dopo ha favorito Eurlings: il pallonetto della giovanissima belga (2003) è finito alto. Al 18′ ci ha provato Giugliano, dopo un’azione iniziata con il cross da destra di Bergamaschi: il destro della regista della Roma si è spento sopra la traversa. La partita, però, non è decollata, con l’Italia che è sembrata bloccata e il Belgio a cui è stato bene tenere un ritmo tutt’altro che forsennato. Bertolini ha provato a cambiare le esterne: Bonansea a destra, Bergamaschi a sinistra. Proprio Bonansea, servita da Giugliano, ha calciato in diagonale, trovando la deviazione di Evrard non vista dall’arbitro.

RIPRESA

—  

A inizio secondo tempo subito una mossa offensiva, con Bonfantini (un’attaccante) al posto di Di Guglielmo, un difensore, con Bergamaschi arretrata. Ma alla prima occasione della ripresa, il Belgio ha colpito, ancora su palla inattiva come accaduto contro l’Islanda e ancora per un ritardo sulle seconde palle: stavolta, su un calcio di punizione, né Girelli, né Bonansea e né Giugliano sono riuscite ad allontanare il pallone, Philtjens ha anticipato Rosucci e De Caigny è stata bravissima a mettere in rete di sinistro. Immediata la reazione dell’Italia: affondo di Bonfantini, palla sul piede di Girelli e destro piazzato sulla traversa. Altri cambi per l’Italia, con Caruso al posto di Rosucci e, al 68′, Giacinti per Simonetti. Proprio Giacinti, dieci minuti più tardi, ha ricevuto il pallone da Bonfantini e con un destro deviato da Kees è andata a un passo dal pareggio. Mosse della disperazione: l’esordio di Cernoia (tornata disponibile dopo il Covid) al posto di Bergamaschi e Sabatino per Girelli. Ma niente da fare, anzi il Belgio ha colpito un palo con Wullaert. I quarti di finale, al via mercoledì con Inghilterra-Spagna, li vedremo da casa. C’è un mese e mezzo per resettare: a settembre bisogna andare al Mondiale.

Precedente Diretta/ Italia Belgio donne (risultato finale 0-1): Azzurre eliminate! Successivo Da Pinamonti a Mulattieri: l'Inter e l'altro tesoretto da 25 milioni

Lascia un commento