Italia, chi li tira i rigori? FIFA ipotizza i candidati al ruolo di Jorginho

Con l’italo-brasiliano che ha mancato due rigori su due nelle delicate sfide con la Svizzera, le ipotesi per un suo rimpiazzo non mancano affatto.

I calci di rigore sono un’autentica lotteria, che sia nei minuti regolamentari o alla fine di un’intesa sfida ad eliminazione diretta. Ne sa qualcosa l’Italia che, premiata agli ultimi Europei, ha visto sfumare ben due occasioni per la qualificazione ai Mondiali in Qatar per altrettanti errori del suo calciatore più affidabile in questo fondamentale, Jorginho. E in tanti hanno cominciato a chiedersi: ma è il caso che li tiri ancora lui? L’abbiamo chiesto anche a FIFA 22, il videogioco di calcio più popolare, e la risposta come sempre sta nei numeri, impressionanti, raccolti tra i convocati da Mancini.

I rigori in Italia-Irlanda del Nord —

Del resto, la domanda sorge legittima, visto l’impegno con l’Irlanda del Nord che deciderà le sorti della Nazionale in relazione all’imminente Mondiale di dicembre 2022. Se ci sarà un tiro dal dischetto, bisognerà assicurarsi di mandarlo in rete e non in curva come successo all’Olimpico contro la Svizzera lo scorso venerdì. E così ecco che affianco (se non davanti) al porto finora sicuro dell’italo-brasiliano se la giocheranno Leonardo Bonucci, capitano dell’Italia in assenza di Chiellini, Domenico Berardi, Lorenzo Insigne e Federico Bernardeschi, in caso di improbabile presenza in campo. La pista Chiesa, protagonista di un siparietto con Dybala contro lo Zenit proprio per il calcio di rigore sbagliato e poi trasformato alla ripetizione dall’argentino, non è da scartare.

Su FIFA 22 —

Su FIFA 22, un videogioco che per ovvie ragioni fa grande affidamento sui numeri, c’è poco margine di errore. Nel senso che un Jorginho, premiato sin qui dalla buona sorte e dalle innegabili qualità, resta la scelta migliore: alla voce rigori, l’ex Napoli ha addirittura un 91. Bonucci è piuttosto sottovalutato in questo fondamentale, non avendo avuto molte occasioni in campionato: appena un 70 (nonostante abbia un overall identico a Jorginho, ovvero 85). Insigne, invece, è molto più avanti con il suo 87, che lo renderebbe l’alternativa principale nel gioco, per quanto la sua affidabilità abbia mostrato delle crepe nello sport reale. Berardi poco meglio di Bonucci con un discreto 76, complice anche l’overall di 82. Bernardeschi, nonostante il punteggio complessivo di 79, è invece più avanti: l’82 alla voce rigori lo rende un serio candidato secondo il titolo di EA Sports, sebbene sia difficile una sua candidatura alla maglia da titolare con l’Irlanda del Nord. Infine Chiesa: riconosciutissimo il suo valore con un sonoro 84 ma la scarsa familiarità con i rigori gli assegna un punteggio di appena 62, per cui, per FIFA 22, questo matrimonio non s’ha da fare.

15 Novembre 2021 – 11:29

Precedente Harakiri Olanda: si gioca tutto con la Norvegia, che non batte gli Orange dal ‘92 Successivo Galles-Belgio, precedenti in equilibrio. Ramsey e compagni puntano ai playoff

Lascia un commento