Inzaghi: “Tutti danno l’Inter favorita? Il 20 ottobre però non lo dicevano…”

L’allenatore dell’Inter: “Quando eravamo a sette punti da due squadre nessuno diceva niente”

Non è stata a migliore Inter della stagione, ma Simone Inzaghi è consapevole di aver vinto una partita fondamentale: “Incontravamo una squadra di qualità che è stata bene in campo, la vittoria dell’Inter è meritata, adesso mercoledì abbiamo subito una finale da giocare nel nostro stadio contro la Juventus. Per me rappresenta molto la Lazio, non è una vittoria come le altre. I gol dei difensori? Alleno giocatori importanti, ma dobbiamo continuare così perché tutte le nostre antagoniste hanno vinto e non si può sbagliare nulla. Complimenti ai ragazzi, vedere giocatori come Gagliardini e Vidal esprimersi su questi livelli pur giocando poco mostra che siamo sulla strada giusta, sia Gagliardini stasera che Vidal col Torino sono stati fondamentali. Lautaro e Sanchez hanno fatto bene anche senza segnare, anche Correa e Dzeko sono entrati subito in partita. Non ho avuto Sanchez per il primo mese e mezzo, quando si è sistemato fisicamente cercava di convincermi a ogni allenamento. Per noi è una grandissima risorsa, ho 4 attaccanti molto forti”.

FRECCIATA

—  

Inzaghi si leva anche un sassolino dalla scarpa, quando gli fanno notare che tutti indicano l’Inter come grande favorita per lo scudetto, forse per metterle pressione. “Mi ricordo che il 20 ottobre, quando in classifica eravamo a 7 punti da due squadre lo sentivo dire meno, nessuno diceva che potevamo buttarlo via solo noi”.

Precedente Diretta Dakar 2022/ Streaming video tv: 8^ tappa Al Dawadimi-Wadi Ad Dawasir Successivo Un talento al giorno, Fabio Blanco: il nuovo investimento del Barça, clausola da 100 mln

Lascia un commento