Inzaghi sorride, con Musacchio la Lazio riassesta la difesa

Il 30enne argentino da sabato sarà inserito nella lista campionato, è l’uomo chiesto dal tecnico per superare l’emergenza

Di corsa verso la Lazio. Questa mattina, Mateo Musacchio ha sostenuto le visite mediche a Roma presso la clinica Paideia. Ieri, in tarda serata, il suo arrivo in treno nella Capitale dopo che poche ore prima era stato definito il suo passaggio dal Milan (scadenza di contratto a giugno) alla Lazio. Il 30enne difensore argentino avrà un contratto di sei mesi, ma c’è poi l’opzione per un biennale. Arriva per prendere il posto di Luiz Felipe, ai box per un’operazione alla caviglia (due mesi di stop). Ma soprattutto per integrare le risorse di una difesa che spesso si è trovata in emergenza.

Lanciato

—  

Da sabato sarà inserito nella lista del campionato, rilevando proprio il brasiliano. Tanta esperienza da centrale in una retroguardia schierata a quattro, adesso dovrà però adattarsi a giocare sulla destra in quella a tre elementi di Inzaghi. Che ha dato l’ok senza riserve al suo arrivo considerando anche i trascorsi a livello internazionale (6 presenze con la nazionale argentina, 9 in Champions League, preliminari compresi, e 40 in Europa League). D’altra parte Musacchio era già ne mirino del d.s. Igli Tare ai tempi del Villarreal, prima che nel 2017 sbarcasse al Milan.

Identikit

—  

Origini albanesi e anche passaporto italiano (nonni paterni emigrati dal Molise), nativo di Rosario, il nuovo difensore della Lazio si è formato nelle giovanili del River Plate: Daniel Passarella lo fece esordire in prima squadra quando aveva appena 16 anni. Dal 2009 in Spagna. Col Villarreal, 249 presenze e 7 gol. Poi, In Italia. Nel primo anno al Milan, è stato l’alternativa a Bonucci, pur collezionando 15 presenze in campionato. Titolare nel 2018-19 (29 presenze) e nel 2019-20 (18 gare), quando però ha saltato la parte finale della stagione a causa di un infortunio alla caviglia che ha richiesto un intervento nello scorso giugno. A dicembre Pioli lo ha reinserito tra i panchinari. In campo, a gennaio: contro il Torino in Coppa Italia e con l’Atalanta (33 minuti finali, sabato scorso). Ora Musacchio riprende la sua corsa con la Lazio. Per poter essere in campo già domenica, nella trasferta di campionato contro l’Atalanta.

Precedente De Laurentiis-Gattuso e un rinnovo che ora è quasi carta straccia Successivo Kokorin: "Non sono più un bad boy. Scelto Firenze in cinque ore"

Lascia un commento