Inzaghi punta il derby: “La mia Lazio non molla mai. E voglio che Caicedo resti”

L’allenatore biancoceleste senza voce dopo la vittoria sul Parma: “Abbiamo giocato bene, questo successo ci dà fiducia”

Si presenta ai microfoni quasi totalmente afono Simone Inzaghi. Ha problemi già da qualche giorno, ma anche oggi al Tardini ha urlato come un pazzo. Sacrificio premiato con una bellissima vittoria sul Parma che dà la giusta carica in vista del derby di venerdì con la Roma: “La squadra e la mia voce dimostrano che non vogliamo mollare niente, vogliamo restare lì!”, dice convinto il tecnico della Lazio. Che poi analizza: “Oggi abbiamo approcciato bene il match e meritato la vittoria nonostante un bel rischio nel primo tempo. La squadra è stata molto bene in campo, sviluppato trame, probabilmente avremmo dovuto sbloccare prima la partita, ma in questo momento questo risultato ci dà fiducia e autostima, siamo molto contenti”.

“Con la Champions intoppi inevitabili”

—  

Questa è la seconda vittoria consecutiva, prima tanti punti sono volati via: “Abbiamo avuto un girone di Champions non semplice, con tante vicissitudini dovute al Covid – spiega Inzaghi —, sappiamo che qualche punto lo abbiamo perso per strada, ma queste ultime due le abbiamo vinte e con Milan, Genoa e Benevento avremmo meritato di più. Sapevamo che avendo la Champions qualcosa in campionato avremmo perso”.

“Vogliamo che Caicedo resti”

—  

Il capitolo mercato si apre con il futuro di Caicedo: “Ha sempre avuto un ruolo importantissimo con noi, si fa volere molto bene dai compagni e da tutti quanti. Ora sta finalizzando molto bene, siamo contenti di lui e vogliamo rimanga. Per il resto c’è un d.s. che è bravissimo, io spero solo di giocare presto al completo, visto che oggi avevamo fuori Correa, Fares e Lulic che per noi sono fondamentali, tutto qua”.

Precedente Diretta/ Fortitudo Bologna Trieste (risultato finale 69-82): che trionfo! Successivo Juric: "Sette punti in sette giorni, sono felice. Kalinic? Può solo migliorare"

Lascia un commento