Inzaghi prima del derby: “Posta in palio altissima. Zhang? Non mi ha sorpreso”

In vista del derby che chiuderà la 33esima giornata del campionato di Serie A, Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa l’attesissimo Milan-Inter, che rappresenta il primo match point Scudetto per Lautaro e compagni. In caso di vittoria, infatti, la formazione nerazzurra potrebbe festeggiare il tricolore con cinque turni d’anticipo.

Inzaghi alla vigilia di Milan-Inter: “Il derby è il derby, posta in palio altissima”

A poco più di 24 ore dal fischio d’inizio del derby della Madonnina, Simone Inzaghi si è concentrato sulle emozioni e sulle sensazioni che porta con sé una partita di questo tipo:Il derby è sempre il derby, quindi ci sono ottime sensazioni. In questi giorni abbiamo lavorato tanto e bene, domani potrebbe essere una giornata speciale per l’InterEmozioni? Abbiamo fatto un percorso magnifico quest’anno – ha ribadito il tecnico nerazzurro – abbiamo fatto una magnifica cavalcata. Domani potrebbe essere un giorno importantissimo per tutti noi, ma non la stiamo vivendo come un’ossessione. Speriamo che possa accadere e stiamo lavorando, ma non è un’ossessione: quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto dal 13 luglio”. Inzaghi ha poi proseguito: “Abbiamo dominato il campionato, ora la salita sta per finire ma sappiamo quello che abbiamo fatto. La posta in palio è altissima, però sappiamo bene che gli ultimi cinque derby li abbiamo vinti e ci hanno dato una grandissima gioia, ci hanno permesso di arrivare in finale di Champions, ma sappiamo che domani non conteranno nulla. Dovremo mettere in campo quello che abbiamo, contro una squadra seconda in classifica che farà di tutto per renderci il derby difficilissimo”.

Inzaghi sul futuro: “Zhang? Non mi ha sorpreso”

Non sono passate inosservate le parole del presidente Steven Zhang, numero uno dell’Inter che ha parlato direttamente dal paddock del Gp di Cina. Dichiarazioni che sanno già di riconferma per Simone Inzaghi: “Ho ascoltato le parole di Zhang, mi hanno fatto molto piacere, ma non mi hanno sorpreso. Con Steven c’è un grande rapporto, posso solo ringraziarlo per come si è sempre comportato con me, anche nei momenti meno splendidi. Sono contento per lui che sia uno dei presidenti più vincenti nella storia del’Inter. Per quanto riguarda permanenza o rinnovo, adesso abbiamo un unico pensiero che è vicino, ci sarà tempo e modo sapendo che io qui sto molto bene. Ho una dirigenza alle spalle molto competente”, ha precisato Inzaghi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Giuntoli e il rinascimento Juve: quegli equivoci anche tra i dirigenti... Successivo Pioli nervoso dopo la Roma: "Si parla troppo di me, non va bene"