Inzaghi: “Inter favorita per lo scudetto? C’è chi ha investito più di noi”

L’inizio del nuovo campionato è alle porte e con esso la corsa ad evitare il ruolo di favoriti nella corsa scudetto. Il tricolore è sulle maglie del Milan, ma tra Inter e Juventus sono già partite le frecciate reciproche per togliersi di dosso la pressione di vincere a ogni costo.

L’Inter, la Juve e la scomoda etichetta di favorita

In realtà la scorsa stagione, seppur per motivi diversi, ha lasciato sia i nerazzurri che i bianconeri con l’obbligo di provare a lottare fino alla fine per la vittoria del campionato, ma dopo che Max Allegri ha indicato nell’Inter la favorita per lo scudetto, la pronta risposta all’allenatore della Juventus è arrivata da Beppe Marotta che ha viceversa indicato in quella bianconera la squadra più forte.

Inter, allenamento con gli elastici: Lautaro e Correa carichi

Guarda la gallery

Inter, allenamento con gli elastici: Lautaro e Correa carichi

Inzaghi fa le carte alla corsa scudetto: “Lotteranno in tante”

E Simone Inzaghi? Intervistato da ‘Dazn’ l’allenatore dell’Inter non ha fatto nomi, limitandosi ad allargare il cerchio delle pretendenti al titolo: “L’anno scorso dopo le varie cessioni non si parlava di Inter, poi nei tre-quattro mesi successivi siamo stati talmente bravi che tutti hanno iniziato a indicarci come i favoriti. Ci sono tante altre squadre che hanno speso molto più dell’Inter che avranno l’obiettivo di vincere“.

“Lo scorso anno stagione di alto livello”

Inzaghi ha poi parlato del testa a testa con l’Inter che ha caratterizzato la scorsa stagione, chiusasi con la delusione per il 2° posto, ma anche la gioia per le vittorie di Supercoppa Italiana e Coppa Italia: “Con il Milan lo scorso anno ci siamo incontrati quattro volte: una volta abbiamo vinto noi, una volta loro e poi ci sono stati due pareggi. Nelle Coppa abbiamo fatto meglio noi, loro sono stati bravissimi in campionato perché hanno fatto veramente qualcosa di straordinario. Parlare di un’Inter a caccia di rivincita non mi sembra appropriato, un anno fa come adesso avrei messo una firma grandissima per fare la stagione che abbiamo fatto. Abbiamo fatto molto, molto bene, vincendo due titoli e offrendo per larghi tratti della stagione un bellissimo calcio, non posso che essere molto soddisfatto. Con lo scudetto sarebbe stata un’annata stratosferica, ci sono mancati due punti e cercheremo di rifarci quest’anno: dal 6 luglio lavoriamo con questo obiettivo, anche grazie al supporto costante della proprietà e della dirigenza che non ci fanno mai mancare niente. Sappiamo però che anche le altre squadre si sono rafforzate”.

Milenkovic, numeri superiori a Bremer e Skriniar: nuovo duello tra Inter e Juve?

Guarda il video

Milenkovic, numeri superiori a Bremer e Skriniar: nuovo duello tra Inter e Juve?

Precedente L'Equipe: "Monaco su Rabiot, ma lo stipendio è troppo alto" Successivo Calciomercato Sampdoria, dal Pisa ecco Leverbe in prestito

Lascia un commento