Inzaghi: “Guai ad attaccare la mia Lazio! Le critiche ci danno la forza, Juve avvisata”

FORMELLO – Sono giorni difficili per Simone Inzaghi e la sua Lazio. Si gioca praticamente senza respiro e in più c’è la polemica sui tamponi che non rende disteso l’ambiente. Ma testa al campionato e alla Juve. Un match che non si può sbagliare. In conferenza stampa, il tecnico biancoceleste ha detto la sua: “Leiva, Straksoa e Immobile penso che saranno a disposizione. Ma è un momento di incertezza, si cambia da un momento all’altro. Ci sono delle problematiche. Conosciamo il nostro presidente, sappiamo quanto è ligio nelle regole. Stiamo seguendo il protocollo alla lettera. Certe voci che arrivano da fuori sono infondate. In questo momento, per quanto riguarda la squadra, voci e critiche ci danno ancora più forza e compattezza. Poi possiamo far parlare solo il campo e questo faremo aspettando notizie positive dalla società”.

Luis Alberto e gli altri

“Si è allenato da solo Luis. Come Lazzari e Djavan Anderson che non li vedo da un po’. Oggi li valuterò, cercherò di mettere forze fresche, ci sono sono state tre trasferte in sette giorni e nelle partite ho fatto poche rotazioni. C’è consapevolezza in noi stessi, incontriamo ancora la squadra più forte della Serie A e cercheremo di fare una grande partita. Sui disponibili ad oggi ci sono tutti. Ma come in Champions bisogna aspettare. Ho sempre pronte le opzioni A, B e C come succede da maggio. La Juve di Pirlo? L’ho analizzata bene, stanno lavorando in maniera positiva e Andrea ha ottime qualità. Lo staff anche ha esperienza: penso a Tudor e a Baronio. Roberto lo conosco, ha sempre lavorato bene. Pirlo ha ottime idee”.

Le critiche contro la Lazio

“Immobile, Leiva e Strakosha li ho sentiti e visti sereni. Poi dovrò vederli in campo. Gli attacchi contro di noi? Infondati e gratuiti. Dispiace che sia attaccata la mia Lazio in questo modo. Ma certe cose sono da stimolo per fare ancora meglio. I ragazzi sono stati grandi, domani è un partita difficile più delle altre volte. La mia Lazio non l’ho mai persa, c’è stato il problema dello stop per 4 mesi e in quelle partite dopo il lockdown non avevamo tutti i giocatori. Abbiamo l’ultima difficoltà, tiriamo fuori tutto quello rimasto. Speriamo che tra 15 giorni potrò avere tutti a disposizione. Con la Juve ci sono state sfide intense, abbiamo vinto due volte e perso una nell’ultima annata. Loro sono cambiati, noi no. Hanno giocatori con tanta qualità, rimane la squadra più forte e quella da battere”.

Rinnovo e rientri

“Radu sarà disponibile per la partita con la Juve, si allena bene. Ieri sera è stato aggiunto in lista. Lulic sta facendo il suo recupero nel modo giusto, lo vedo concentrato. Sono due pilastri della mia Lazio, hanno cominciato con me 4 anni e mezzo fa. Spero che Radu domani sia già al suo posto. Ci sarà la pausa, avranno modo di lavorare. Con il presidente c’è stima che va oltre una firma. Adesso ci sono altre cose più impellenti nella nostra testa da affrontare. Scudetto? Presto per fare classifiche. Con la Juve è un match importante, cercheremo di compattarci e di fare una partita perfetta”.

Lazio, quanto conta Immobile?

Precedente Immobile: "Ho rispettato tutti i protocolli, sono tranquillo" Successivo Bologna, Mihajlovic: "Napoli? Punta allo scudetto e Gattuso sarà arrabbiato..."

Lascia un commento