Inzaghi e il mercato dell’Inter: “Cosa ho chiesto alla società”

Destino ha voluto che Simone Inzaghi fosse intervistato da DAZN mentre Taremi trasformava il rigore con cui il Porto ha arrotondato sul finale di 3-0 il risultato del match giocato in trasferta contro lo Chaves. Un assist per strappare un sorriso all’allenatore dell’Inter, dopo la sconfitta a Reggio Emilia contro il Sassuolo, e farglielo sostanzialmente annunciare: “È un giocatore importante, di caratura internazionale. Ha giocato tante partite e ha fatto tanti gol, siamo contenti ma dovremo allungare il parco attaccanti. Ci sarà una rosa più lunga rispetto a quest’anno”.

Inzaghi: “C’è delusione, complimenti al Sassuolo”

Sul ko con il Sassuolo, Inzaghi aveva esordito: “Non ci piace perdere, i minuti di recupero dovevano essere di più ma vanno fatti i complimenti al Sassuolo. Ha approcciato la partita meglio di noi, ma nel primo tempo meritavamo il pari. Nel secondo abbiamo messo un attaccante in più, ma dovevamo fare meglio. Abbiamo festeggiato tanto come è giusto che sia, ma stasera c’è delusione”.

Inzaghi sul mercato dell’Inter

Sul mercato: “I 25 giocatori che ho avuto quest’anno li rivorrei tutti e l’ho detto alla società, anche se non so se sarà possibile. Ho avuto un grandissimo gruppo, abbiamo vinto il campionato e la seconda stella con cinque giornate d’anticipo. L’ho definito lo scudetto della gioia, ce lo stiamo gustando. Il mercato è imprevedibile. Abbiamo già acquistato due giocatori di caratura internazionale, Marotta, Ausilio e Baccin hanno già messo dentro due pezzi importanti. L’anno prossimo ci saranno molte più partite e sarà una situazione nuova, il mercato sarà sempre in movimento. La società sta lavorando per un’Inter all’altezza”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Lozano ricorda lo Scudetto col Napoli: "E' già passato un anno, che bel momento" Successivo Liga, Riquelme trascina l'Atletico Madrid: Simeone blinda la Champions

Lascia un commento