Inzaghi: “Brava Inter, il Real è alle spalle”

MILANO – Simone Inzaghi tira un sospiro di sollievo. Non nasconde le ansie della vigilia, ma sorride dopo averle viste sciogliersi nei novanta minuti con cui l’Inter si è scrollata di dosso la beffa in Champions e travolto il Bologna a San Siro (6-1 il finale). “Temevo molto questa partita dopo una serata come quella con il Real Madrid – ha detto il tecnico dell’Inter dopo il match –, quando abbiamo perso dopo una grande prestazione. È giusto fare analisi al di là del risultato e avevo fatto complimenti alla squadra, anche se è stato impensabile non vincere per come abbiamo giocato. Oggi quindi c’era un po’ di preoccupazione ma i ragazzi hanno approcciato subito molto bene la partita, contro una formazione che veniva da dei risultati positivi”.

Inter-Bologna 6-1: statistiche e tabellino

Elogi per Dumfries

Poi un giudizio su Dumfries, subito protagonista alla prima da titolare: “Ha fatto una grande gara, si sta allenando bene e ha avuto bisogno di una fase di inserimento che è stata più veloce del previsto. È un giocatore di qualità e quantità, ha voglia di imparare anche la lingua e sta studiando l’italiano”. Inzaghi affronta anche la questione del possibile vice Brozovic, il cui impiego viene ‘centellinato‘ per averlo sempre nel cuore del gioco: “L’ho fatto riposare nell’ultima mezz’ora contro la Samp e anche oggi, per noi è insostituibile e non è un caso se con tutti gli allenatori passati di qui ha giocato sempre. Al suo posto possono giocare Barella, Vecino o Gagliardini, che è molto utile e ci darà una grande mano. Sensi? Può fare il vertice basso, ma ha talmente tanta qualità che può determinare più avanti, da mezzala o addirittuta come seconda punta come lo abbiamo provato”.

Inter, è un super show: travolto 6-1 il Bologna!

Guarda la gallery

Inter, è un super show: travolto 6-1 il Bologna!

Concorrenza in attacco

Traffico intanto in attacco, dove c’è anche Sanchez: “Purtroppo ha avuto dei problemi – spiega Inzaghi – ma sta lavorando tantissimo ed è un grande calciatore che non scopro certo io, la mezz’ora che ha giocato oggi potrà aiutarlo. Speriamo poi di avere buone notizie da Correa (uscito per infortunio, ndr) che sta facendo degli accertamenti. Lautaro? Da quando sono arrivato mi sono reso conto ancora di più dell’importanza che ha per l’Inter, ma anche lui veniva dal tour de force con l’Argentina e ho preferito toglierlo nel finale anche in vista del turno infrasettimanale”.

Inter-Bologna 6-1, i numeri del match

Guarda il video

Inter-Bologna 6-1, i numeri del match

Tuttosport League “Torneo a Gironi”, crea la tua squadra ora

Precedente Oggi in TV, il big match di serie A: stasera Juventus-Milan Successivo Milan, Giroud e Calabria out: le scelte di Pioli. Juve, possibili sorprese davanti?

Lascia un commento