Inzaghi: “Allegri? Non c’è stata maleducazione”

Al termine dei 90 minuti del “Franchi”, mister Simone Inzaghi è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare lo 0-1 maturato nella serata odierna, grazie al gol di Lautaro Martinez in apertura di match. Tre punti di platino per i nerazzurri, che si proiettano nel migliore dei modi allo scontro Scudetto con la Juventus di Massimiliano Allegri.

Simone Inzaghi dopo Fiorentina-Inter

Inter che continua a macinare punti e vittorie, con Simone Inzaghi che non può che congratularsi con i suoi calciatori: “Nel primo tempo, dopo l’1-0, abbiamo avuto tante occasioni, tante ripartenze, dove solitamente mettiamo più qualità. Non posso dir niente a questi ragazzi, perché abbiamo vinto 17 partite, con il miglior attacco e la miglior difesa del campionato, quindi non posso che ringraziarli”.

Sulle sostituzioni e sulle condizioni dei suoi, ha aggiunto: “Ho pensato esclusivamente alla partita di stasera, perché non possiamo permetterci calcoli, ma dobbiamo guardare partita per partita, gestendo bene le energie, perché venivamo da due partite ravvicinate in Supercoppa. Ho dato due giorni di riposo alla squadra proprio per permettergli di staccare. Se li meritano”.

Prestazione importante di Asllani, sostituto dello squalificato Calhanoglu: “Posso solo ringraziarlo, perché è un ragazzo che si allena sempre alla grande, ha accettato questo ruolo e oggi ha dimostrato di valere come un titolare, perché è un grande professionista. A inizio anno gli ho chiesto se gli andasse bene di stare un altro anno alle spalle di Calhanoglu e lui ha accettato con grande professionalità. Contento anche per l’assist che ha fatto sul gol di Lautaro”.

Inzaghi sugli episodi arbitrali: “Sono lì per essere giudicati”

Hanno fatto discutere alcuni episodi nell’area di rigore dell’Inter, sia nel primo sia nel secondo tempo. Inzaghi, a DAZN, ha preferito smorzare i toni: “Gli episodi sono lì per essere giudicati e per vedere. Hanno impiegato tanto tempo, perché chiaramente c’era qualcosa da vedere, però ci sono 3-4 persone che sono chiamate a decidere e non è mai facile. L’arbitro, in generale, ha arbitrato molto bene una partita non facile”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Inter, Asllani: "Calhanoglu mi sta aiutando moltissimo, voglio continuare qui e migliorare" Successivo Sky Match, il Meta Catania sbanca Eboli: rilancio playoff e crisi Feldi

Lascia un commento