Inter, sospiro di sollievo: Bastoni, Dzeko e Lautaro col Napoli ci saranno

Persi De Vrij e probabilmente Sanchez, di nuovo k.o. con il Cile, il tecnico è stato rassicurato sulle condizioni del Toro, uscito al 45′ nella sfida con il Brasile

La prima buona notizia è che per quest’anno solare le soste per le nazionali sono terminate. Maestro di vittorie quando ripartiva il campionato finché era alla Lazio, Simone Inzaghi infatti con l’Inter sta scoprendo l’altra faccia della medaglia ed è fermo a un punticino nei due match alla ripresa. A settembre il 2-2 in casa della Samp, in ottobre il k.o. proprio contro la Lazio. Stavolta che i sudamericani avevano due impegni invece che tre i tempi di recupero sono più lunghi, ma il pedaggio all’infermeria non manca mai.

Domani il punto

—  

Contro Napoli e Shakhtar infatti non ci saranno De Vrij e molto probabilmente Sanchez, vittima dell’ennesimo infortunio (stavolta muscolare) quando gioca per il Cile. Restano però da monitorare le situazioni di tre pilastri come Bastoni, Dzeko e Lautaro. Il Toro infatti ieri notte contro il Brasile ha giocato soltanto un tempo, lasciando il posto a Correa per un paio di duri colpi ricevuti in una sfida tanto attesa quanto di fatto inutile, essendo entrambe le big già a Qatar 2022. Lo staff medico non ha però ricevuto segnalazioni particolari da parte dei colleghi argentini. Domani mattina i sudamericani saranno di ritorno a Milano, nel pomeriggio raggiungeranno Appiano e verrà fatto il punto della situazione.

Venerdì al completo

—  

Visto che anche per Vidal (espulso contro l’Ecuador), Vecino e lo stesso Correa è previsto un lavoro di scarico, soltanto venerdì Inzaghi potrà svolgere il primo allenamento a pieno regime. Nel gruppo ci saranno infatti pure Bastoni e Dzeko, che anche oggi hanno proseguito con un lavoro personalizzato sul campo e che domani dovrebbero tornare a lavorare con i compagni. Gli esami cui dovrebbe essere sottoposto a breve definiranno invece i tempi di recupero di Sanchez. Si spera che sia soltanto una contrattura.

Precedente Verona, Tudor negativo al Covid: torna a dirigere gli allenamenti Successivo Fumo, chili di troppo e ora la notte "brava". Pjanic cacciato dalla Bosnia. Che cosa gli succede?

Lascia un commento