Inter, serve liquidità: è caccia a 200 milioni di dollari

APPIANO – Duecento milioni di dollari: ecco la cifra che secondo il Financial Times serve all’Inter per rispettare le scadenze legate al pagamento degli stipendi, degli interessi dei bond e degli impegni presi con altri club in fase di calcio mercato. Una montagna di soldi in tempi normali, figuratevi adesso che il Covid ha azzerato gli introiti da botteghino. Una fotografia sul delicato momento che sta attraversando la società nerazzurra ieri l’ha scattata il più famoso giornale economico-finanziario del Regno Unito con un pezzo che ha ripercorso la trattativa con BC Partners. Il fondo inglese, come previsto, ha presentato la sua offerta vincolante per acquistare la maggioranza dell’Inter. Adesso Nikos Stathopoulos e i suoi collaboratori aspettano una risposta da parte di Suning che lunedì aveva interrotto i negoziati complice l’ampia forbice nella valutazione del 100% del club. La mossa di cinque giorni fa era funzionale a far uscire allo scoperto la controparte, spingendola a formulare una proposta ritoccata al rialzo rispetto a quanto anticipato? Ora sarà intavolata una trattativa vera e propria oppure, essendo finita l’esclusiva, il colosso di Nanchino guarderà agli altri “soggetti” interessati? Di certo c’è che la proposta degli inglesi è stata indirizzata all’advisor di Suning, Goldman Sachs, e che, come scritto dal Sole 24 Ore, «comprenderebbe le garanzie e gli aggiustamenti decisi durante le discussioni».

Precedente Diretta Fiorentina-Inter ore 20.45: come vederla in tv, in streaming e probabili formazioni Successivo Diretta Fiorentina-Inter ore 20.45: probabili formazioni, dove vederla in tv e in streaming

Lascia un commento